Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Posizionamento di un sito in Flash

Come indicizzare al meglio un sito basato su animazioni Flash
Come indicizzare al meglio un sito basato su animazioni Flash
Link copiato negli appunti

Da qualche tempo la tendenza a creare siti in Flash è in aumento ed è quindi giunto il momento di affrontare il problema del posizionamento sui motori di ricerca di quanto prodotto.

È diffusa l'idea che i siti in Flash non siano posizionabili ma in realtà ciò è dovuto semplicemente al fatto che i criteri d'ottimizzazione sono diversi e quanto applicato a siti in Html non può funzionare se semplicemente riportato.

Per rendere visibile sui motori di ricerca un sito in Flash, infatti, è necessario applicare strategie e metodi appositamente pensati.

In questo e in successivi articoli tratteremo vari aspetti della progettazione e implementazione di un sito con larghe parti in Flash, con l'obiettivo che questo risulti ben posizionato tra i risultati delle ricerche fatte sui motori dai navigatori.

Aspetti negativi di un sito in Flash

Per comprendere le motivazioni che conducono a certe scelte di progettazione ed implementazione occorre partire dai problemi riconosciuti a Flash, in relazione ai motori di ricerca.

Il primo e più importante problema è che gli spider dei motori non leggono i contenuti testuali dei file swf generati dai toolkit di sviluppo Flash. Ciò implica che il sito, anche ricco di testo, risulterà totalmente invisibile agli algoritmi d'indicizzazione e quindi impossibile da trovarsi ricercando le chiavi attinenti.

I file con estensione swf, inoltre, sono ignorati dalla maggior parte dei motori e non sono neppure inseriti negli indici. Un sito formato da animazioni swf che si richiamano tra loro, quindi, sarà totalmente assente dagli indici e non individuabile neppure per ricerca diretta della url.

Negativa ai fini della visibilità è anche l'impossibilità di accedere direttamente a parti interne del sito. La scelta di strutturare il sito su un impianto formato da una serie di file swf che si richiamano tra loro rende di fatto impossibile indicare in un articolo, in una mail o ovunque possa servire, l'indirizzo diretto di una certa pagina. Ciò obbliga ad indicazioni del tipo «la url del sito è www.miosito.com, poi vai nella sezione Servizi e da qui entra in Assistenza».

Flash ed i motori ad oggi

Qual è la situazione ad oggi?

Il circuito Fast, e quindi tutti i motori che ne impiegano la tecnologia, identifica i file swf generati da Flash e ne indicizza i contenuti testuali. Esperimenti effettuati non hanno ancora prodotto risultati sempre certi ma in generale si nota che nelle ricerche spesso tali siti sono presenti negli elenchi restituiti.

Google da qualche tempo legge i file swf per seguirne i link inseriti all'interno. I contenuti testuali non sono indicizzati e quindi tali file non sono in realtà ricercabili direttamente. Ciò è fatto da Google, quindi, per poter analizzare il sito nella sua interezza ma considerando solo i testi presenti su pagine Html.

Naturalmente ciò è vero per tutte le directory o motori che ne usano i dati.

Flash ed i motori a domani (forse)

Occorre fare alcune premesse.

È un fatto che la tendenza ad usare Flash per lo sviluppo di siti è in aumento. Flash offre notevoli vantaggi agli sviluppatori di sistemi con forte impatto grafico (animato o no). L'occupazione di banda, se il sito è ben progettato ed implementato, è notevolmente ridotta. La compatibilità tra i vari sistemi che possono impiegare i plug-in di lettura dei file swf è decisamente migliore di quella ottenibile con altri sistemi (salvo l'uso di html puro di vecchie versioni).

Macromedia sta facendo molti sforzi per diffondere il suo tool di sviluppo. L'aver reso disponibile al circuito Fast le routine di lettura degli swf è un chiaro indicatore di tale sforzo. Macromedia si rende conto del fatto che aiutare i motori di ricerca a leggere i suoi file è indispensabile per aiutare il trend positivo d'impiego di Flash.

Sempre più sistemi di ricerca (motori o directory) impiegano alcuni fornitori di base quali Google, Fast, Inktomi, Looksmart. Il fatto che questi grandi circuiti arrivino a leggere gli swf di Flash implica di fatto che un crescente numero di motori, usandone i dati, consentiranno ai propri utenti la ricerca ed individuazione dei siti.

Quanto esposto porta a ritenere che la visibilità dei siti in Flash, soprattutto se realizzati seguendo certi criteri, non può che migliorare.

Strategia generale

La strategia generale che consente, ad oggi, di rendere visibile sui motori di ricerca un sito in Flash, deve prevedere le specifiche seguenti.

Le parti testuali riconoscibili dai motori devono aumentare. La cosa può essere realizzata progettando siti nei quali varie parti, soprattutto quelle ritenute posizionabili, siano realizzate con parti di Html.

Il sito non deve essere creato con un'animazione unica ma essere spezzato su vari file Flash, sino ad arrivare alla creazione di un swf per ognuna di quelle che i visitatori considerano "pagine".

Opportune catene di link devono essere predisposte per consentire ai motori di individuare tutti i componenti del sito.

Le animazioni lente devono essere poste su file fisicamente distinti da quelli contenenti i testi, onde evitare che gli spider abilitati alla lettura possano rinunciarvi per time-out stretti impostati dai sistemisti per evitare le crisi dei server.

La struttura del sito

La struttura ideale di un sito Flash che deve essere visibile sui motori di ricerca prevede una serie di animazioni swf per le parti generali e pagine Html contenenti i testi da ottimizzare e posizionare.

Le pagine Html potranno presentarsi come articoli, schede, approfondimenti, listini, descrizioni di servizi, ecc.

La progettazione grafica di tutto il sito può rendere perfettamente integrate le due parti, Flash e Html. Il visitatore vedrà un'unica applicazione e non vi saranno differenze di rilievo.

Tale struttura lascia alle pagine Html l'onere di raggiungere le prime posizione sui motori di ricerca. Tali parti devono disegnate ed implementate in modo da poter essere direttamente raggiungibili consentendo comunque la navigazione verso la home del sito ed il resto dell'albero.

Affiancato a tutto il sito Flash/Html vi sarà, dove il budget lo consente, un mini sito interamente realizzato in Html, copia quasi speculare del sistema principale. Il mini sito ha lo scopo di offrire ulteriori possibilità di posizionamento sui motori di ricerca, di assolvere alle specifiche della web usability e di aumentare la compatibilità sui diversi ambienti client dei visitatori.

Una mappa del sito generalizzata deve essere prevista per facilitare il percorso degli spider dei motori nell'individuazione e scaricamento di tutti i componenti del sito, aumentando la visibilità generale del sito.

Conclusione

Viste le considerazione di carattere generale e la struttura generale che un sito realizzato con Flash dovrebbe avere, nel prossimo articolo saranno approfondite le varie parti componenti l'insieme.

In particolare vi saranno note sull'impianto di pubblicazione, sulla web site map, sul mini sito e sui file swf del sito Flash.

Nel precedente articolo si sono fatte le considerazioni generali relative al posizionamento di un sito in Flash e si sono date le indicazioni progettuali per la realizzazione dello stesso.

In questo secondo articolo, invece, si approfondiscono i temi relativi alle varie parti che costituiscono il sito, indicando le motivazioni e le specifiche di realizzazione. Si raccomanda la lettura della prima parte per poter meglio comprendere quanto qui indicato.

L'impianto di pubblicazione

Nella navigazione del web, si riscontra che la maggior parte dei siti in Flash prevedono un impianto di pubblicazione basato su una pagina Html che richiama il sito vero e proprio, formato spesso da un file swf o da vari di questi che si richiamano tra loro.

Per le considerazioni espresse in precedenza, l'impianto migliore, invece, deve rispettare le seguenti specifiche:

  • Una pagina Html rappresenta la index del sito
  • Ogni swf è richiamato da una sua specifica pagina Html senza parti visibili
  • Ogni swf non chiama mai direttamente gli altri ma sempre e solo le relative pagine Html di richiamo
  • Tutte le pagine Html di richiamo hanno la grafica di contorno del sito o lo sfondo realizzate in modo da prevedere il link alla web site map e al mini sito

Il mini sito in Html

Il mini sito in Html è una copia, integrale o parziale, del sito realizzato in Flash.

I motivi per i quali si realizza tale parte sono:

  • Consentire ai visitatori che non gradiscono l'installazione del plug-in di Flash, la visione del sito (le percentuali sono altissime, a dispetto di quanto si crede)
  • Consentire la visita del sito a visitatori che usano piattaforme per le quali non esiste il plug-in di Flash
  • Presentare contenuti testuali agli spider dei motori di ricerca, per il posizionamento del sito tra i risultati

Il mini sito Html, quindi, rendendosi necessario per vari aspetti, assume particolare importanza. Per sfruttarlo convenientemente, devono essere seguite le seguenti specifiche:

  • Le pagine devono essere tutte ben ottimizzate per i motori di ricerca
  • Ogni pagina deve avere un link alla corrispondente sezione Flash (se tecnicamente possibile)
  • Il mini sito deve avere una sua web site map dedicata, con un link su ogni pagina

La web site map

La web site map è un elenco di tutte le pagine che compongono il sito, con relativo link.

I motivi per i quali si realizza una web site map sono:

  • fornire al visitatore un sistema veloce di reperimento della pagina d'interesse
  • consentire agli spider di identificare l'albero del sito e seguirne i link verso le pagine corrispondenti
  • fornire contenuti utili agli algoritmi di indicizzazione. Spesso, infatti, le descrizioni delle pagine sono fortemente rappresentative del sito

In un sito sviluppato in Flash, la web site map è una delle parti che più facilmente si troverà tra i risultati delle ricerche fatte sui motori. Il suo apporto di visibilità, quindi, è fondamentale.

Per sfruttarla convenientemente, devono essere seguite le seguenti specifiche:

  • su ogni pagina di richiamo Html del sito in Flash deve essere presente un link che la indirizzi
  • il numero dei link sulla web site map non deve superare il centinaio
  • la mappa deve essere realizzata in Html e prevedere link senza Javascript o altre forme di scripting
  • l'ottimizzazione per i motori di ricerca deve essere massima, senza scadere nei soliti trucchi e trucchetti (testi nascosti, colore su colore, ecc. ecc.)

Ottimizzazione delle pagine Html di richiamo

Nell'impianto di pubblicazione descritto per il sito in Flash, le pagine di richiamo Html sono quelle presentano al visitatore le parti poste nei file swf.
I motivi per i quali sono previste, sono:

  • Possono contenere parti indicizzabili dai motori di ricerca
  • Consentono l'accesso a parti interne del sito, prestandosi come riferimento nelle firme o nelle comunicazioni
  • Aumentano la visibilità media del sito sui motori
  • Contengono riferimenti statici graditi agli spider alle parti indicizzabili quali il mini sito in Html e la web site map
  • Consentono di meglio modellare il layout del sito, migliorandone la manutenzione
  • Possono contenere script di rimando, nel caso di accessi diretti dai motori di ricerca

Le pagine di richiamo devono rispettare le seguenti specifiche:

  • ogni pagina deve essere ottimizzata, ove possibile, in relazione ai contenuti del file swf che "linka"
  • ogni pagina deve contenere un link alla web site map e al mini sito in Html
  • i link devono essere in Html puro senza uso di Javascript o altri linguaggi di scripting client-side

I testi nei file swf

Premesso che ad oggi l'unico circuito che considera, secondo le sue dichiarazioni, i testi inseriti nei file swf è Fast, la sperimentazione su quale sia l'ottimizzazione migliore non può ritenersi conclusa.

Le indicazioni possono essere solo di carattere generale e valide sino a prova contraria.

Si ritiene, comunque, che i testi statici o dinamici inseriti direttamente col tool di sviluppo siano quelli che offriranno maggiori probabilità di buon piazzamento. I testi inseriti con Action Script, infatti, saranno probabilmente più difficili da leggere per gli spider (quando e se saranno a tal fine attrezzati).

Testi presenti in componenti attivi esterni saranno, probabilmente, ancora meno leggibili dagli spider.

Non si hanno ancora molte indicazioni su come i pochi motori che lo fanno, interpretino i link presenti nei file Flash.

In generale è opportuno che i link siano inseriti tra i testi. Link associati a bottoni o componenti attivi è preferibile, se importanti, che siano replicati nelle parti testuali per aumentare le probabilità d'essere individuati e seguiti, per ora da Google e Fast.

I richiami tra i vari file swf, secondo quanto previsto dall'impianto di pubblicazione esposto, devono passare sempre per le pagine Html di richiamo.

Le pagine Html da posizionare

Il progetto proposto prevede che tutta la struttura principale e le sezioni siano composte da parti Flash mentre le parti descrittive vere e proprie e gli approfondimenti stiano su pagine Html richiamate.

Tali pagine possono presentarsi in forma d'articoli, schede, manuali, descrizioni di servizi o prodotti, ecc.

Questa è la parte che, se ben realizzata, porterà il sito nelle prime posizioni sui motori di ricerca. Per poter essere convenientemente sfruttata, le seguenti specifiche devono essere seguite:

  • ogni pagina deve essere autonoma e contenere tutto il necessario per consentire la navigazione verso le parti restanti del sito ed in particolare verso la home
  • le pagine devono essere realizzate in modo da avere un aspetto grafico compiuto anche per chi arriva direttamente da un motore di ricerca, senza passare per la home del sito
  • le pagine devono essere ottimizzate per il posizionamento secondo i criteri usuali
  • ogni pagina deve contenere i riferimenti utili per l'invio di e-mail o altre forme di comunicazione

Conclusione

Come è evidente da quanto esposto, il posizionamento di un sito in Flash, più che un risultato dell'ottimizzazione delle singole parti, è ottenuto mediante la progettazione di una struttura che si presti a fornire contenuti agli spider dei motori di ricerca.

Il ricorso a trucchi estremi di posizionamento, nel caso dei siti in Flash, si risolve col guadagno di pochissimo, col rischio di essere penalizzati dai motori. Tali sistemi, inoltre, non hanno motivo strategico ed alla lunga sono controproducenti.

Per tali motivi s'è preferito dare indicazioni che portino alla visibilità del sito sui motori di ricerca mediante il lavoro sui contenuti, piuttosto che sui trucchi.


Ti consigliamo anche