Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Pioneer Linux: una nuova Kubuntu

Presentazione di Pioneer Linux, la distribuzione basata su Kubuntu dall'interfaccia chiara e semplice che vuole rimpiazzare Windows
Presentazione di Pioneer Linux, la distribuzione basata su Kubuntu dall'interfaccia chiara e semplice che vuole rimpiazzare Windows
Link copiato negli appunti

Tra le tante offerte del mondo Linux, non tutte le distro riescono ad ottenere la notorietà che magari meriterebbero. Tra queste, una sicuramente degna di nota è Pioneer Linux.

Sviluppata dalla Techalign Inc., azienda presente nel settore informatico, sulle basi di Kubuntu, è disponibile in due versioni: una gratuita, per utilizzo personale, ed una a pagamento, con relativo supporto tecnico e utilizzabile a fini commerciali.

Orientata maggiormente ad un uso desktop, ha da pochi giorni visto la nascita di una sua nuova versione: all'inizio di Febbraio, infatti, è stata rilasciata Pioneer Linux 3.1.

Questa distribuzione nasce per fornire una semplice alternativa a Windows in chiave GNU/Linux, e si presenta sottoforma di Live CD grazie al quale potremo installare la distribuzione dopo averla testata.

L'ambiente desktop sulla quale è basata è KDE, versione 3.5.8, fornendo ai suoi utenti un'interfaccia pulita, chiara e semplice. Grazie alla distribuzione su cui è basata, Kubuntu, supporta senza alcun problema pacchetti in formato deb, mettendo quindi a disposizione dei propri utenti una vasta gamma di applicazioni. Il gestore dei pacchetti predefinito è Synaptic.

I programmi presenti in modo automatico sono tanti: il browser Mozilla Firefox, in versione 2.0.0.8, Amarok 1.4.7 e xine 1.1.7 per la riproduzione multimediale, OpenOffice.org 2.3.0 come applicazione per l'ufficio e la gestione dei propri documenti digitali, e K3b per la masterizzazione di CD e DVD. Non mancano, inoltre, strumenti per la programmazione in Python, Perl e altri linguaggi e sono disponibili tante librerie, tra cui anche quelle di GNOME, grazie alle quali è possibile installare applicazioni realizzare per questo ambiente desktop. Inoltre, sono presenti comodi programmi per la gestione del sistema e per la manutenzione dello stesso, come ad esempio Keep per il backup o QTParted per la gestione delle partizioni.

Figura 1: Pioneer LinuxPioneer Linux

Pioneer Linux non si discosta molto da Kubuntu, per cui chi ha già una certa confidenza con questa distribuzione non troverà problemi nell'adattarsi. Inoltre, è possibile utilizzare molti dei manuali e delle guide scritte per Ubuntu, e molti dei suoi pregi che l'hanno resa tanto celebre si riflettono anche in Pioneer, come ad esempio il notevole supporto hardware o la semplicità di utilizzo.

Una delle pecularietà di Pioneer Linux è la presenta di Automatix, celebre applicazione per Debian e derivate, grazie alla quale è possibile installare una vasta quantità di programmi tramite una semplice interfaccia grafica: da quelli per la riproduzione di file multimediali audio e video, ai principali plugin per Firefox, e tanti altri comodi strumenti indispensabili in ogni sistema operativo.

I repository grazie ai quali è possibile sfruttare Automatix sono tre: Cowboy, Cowgirl e Wrangler. Cowboy contiene Electricity, un'applicazione grazie alla quale è possibile utilizzarne altre realizzate per Windows, attraverso Wine-doors, e IcedTea; Cowgirl contiene applicazioni che richiedono licenza ma sono comunque liberi, come Real Player, alcuni strumenti Adobe o Skype; infine, Wrangler fornisce una discreta quantità di software proprietario.

Per gli utenti che vogliono avvicinarsi a questa distribuzione ma non sanno da dove iniziare, è disponibile una vasta documentazione ufficiale, e un forum ufficiale nel quale è possibile trovare informazioni o risposte ad eventuali dubbi. L'immagine ISO del Live CD della versione Basic gratuita è disponibile a questo indirizzo, pronta per essere masterizzata o montata tramite macchina virtuale. Il prezzo della versione a pagamento, invece, varia dai 75 ai 110 dollari, a seconda della durata della licenza, ed è disponibile anche una versione di Pioneer Linux con al suo interno l'applicazione di masterizzazione Nero.

Figura 2: L'help center di KDEL'help center di KDE


Ti consigliamo anche