Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Mono: il .Net per l'open source arriva alla versione 1.2

Novell ha rilasciato la versione 1.2 di Mono, la piattaforma con cui portare applicazioni .Net su Linux
Novell ha rilasciato la versione 1.2 di Mono, la piattaforma con cui portare applicazioni .Net su Linux
Link copiato negli appunti

Il team di Mono ha rilasciato alcuni giorni fa la versione 1.2 del suo progetto che consente di portare applicazioni scritte per la piattaforma .Net su Linux. L'annuncio ufficiale è avvenuto alla Microsoft TechEd Developers Conference ospitata a metà novembre a Barcellona.

Questa nuove versione di Mono, nome in codice Rump Steak, è la seconda da quando il progetto è stato varato, oramai più di cinque anni fa. I primi vagiti di Mono risalgono infatti al 2001, quando fu annunciato dal suo responsabile Miguel de Icaza. La prima versione apparve invece nel giugno 2004. Mono è distribuito con licenze open source da Ximian, società acquisita nel 2003 da Novell.

La nuova versione 1.2 aggiunge alcuni importanti componenti ai vari pezzi che formano la complessa piattaforma .NET di Microsoft. In primo luogo è stato introdotto il supporto alle API, nella versione 1.1, di Windows.Forms, il sistema che permette di disegnare graficamente applicazioni in tutto e per tutto simili a quelle che tradizionalmente vengono eseguite su Windows. Accanto al supporto per Windows.Forms 1.1, la piattaforma Mono aggiunge un compilatore compatibile con il linguaggio C# in versione 2.0. Inclusa anche la versione 2.0 di Gtk#, un set di istruzioni che consentono di eseguire sul desktop Gnome applicazioni scritte con Mono.

Figura 1: il supporto di Mono 1.2 a .Net
il supporto di Mono 1.2 a .Net

È stato anche allargato il numero delle piattaforme supportate dal progetto che include ora OS X, Windows e BSD. In futuro saranno supportati anche ambienti Alpha e Mips. Diversi i tool che completano la piattaforma, come ad esempio prj2make che crea a partire da progetti VisualStudio i classici Makefile di installazione su Unix/Linux.

Molto si è lavorato dal punto di vista delle performance e della reattività del sistema, ampiamente criticate nella sua prima versione. I moduli XSP che eseguono lato server codice ASP.Net sono stati sottoposti ad un miglioramento che ne ha aumentato considerevolmente il tempo di risposta. Le migliorie sono naturalmente incluse anche in mod_mono, il modulo esterno per Apache che consente al server di eseguire codice ASP.Net.

Grandi novità si aspettano però dalla versione 2.0 di Mono, nome in codice Sirloin, prevista per il 2007. Oltre all'integrazione con Visual Studio, la futura nuova versione dovrà mettere le mani alla compatibilità con il servizio di comunicazione fra servizi Windows Communication Framework (Indigo).

La nuova versione può essere scaricata a partire dalla pagina di download del progetto. Un tool per provare a progettare applicazioni Mono è MonoDevelop.


Ti consigliamo anche