Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Le novità di Joomla 1.7

Vediamo insieme le nuove funzionalità incluse in Joomla 1.7
Vediamo insieme le nuove funzionalità incluse in Joomla 1.7
Link copiato negli appunti

Introduzione

A poco più di un semestre di distanza dal rilascio di Joomla .6, il team degli sviluppatori ha messo a disposizione Joomla 1.7; rispetto a quanto avvenne con la realizzazione del ramo 1.6, che si differenziava sostanzialmente da quello precedente per le numerose funzionalità aggiuntive e per una rivisitazione profonda di quelle già presenti (si pensi per esempio al lavoro fatto per implementare il sistema delle ACL), Joomla 1.7 non si caratterizza tanto per l'introduzione di funzionalità aggiuntive, quanto per il fatto di rappresentare l'inizio di un nuovo corso nello sviluppo di questo progetto.
A livello di front-end e pannello di amministrazione non ci sono quindi grandissime novità, se non per quanto riguarda una nuova interessante funzionalità dedicata alla gestione di contenuti multi-lingua che verrà analizzata a breve, ciò che rende invece questa release fondamentale nella storia di Joomla è il fatto che, per la prima volta, l'applicazione è stato divisa in modo da fornire separatamente:

  • la Joomla platform;
  • il CMS Joomla.

Nel corso di questa trattazione, oltre a presentare le novità di Joomla 1.7, verranno analizzati i motivi per cui questa suddivisione dovrebbe rappresentare un'importante innovazione.

Il nuovo ciclo di rilascio di Joomla

Prima di passare al discorso relativo al nuovo ciclo di rilascio dell'applicazione, è innanzitutto necessario segnalare che la release 1.7 rappresenta un aggiornamento diretto della 1.6 e in pratica si sostituisce ad essa, ciò significa che fino al rilascio della versione 1.8, che dovrebbe avvenire nel gennaio del prossimo anno, i due rami principali del progetto saranno la 1.5 e la 1.7.

Questo discorso può sembrare noioso, complicato e d'importanza marginale, ma non lo è, gli sviluppatori di Joomla hanno infatti deciso di rilasciare una nuova versione di Joomla ogni 6 mesi, una politica iniziata con Joomla 1.6 che è stata la prima release a breve termine della storia di questo progetto; Joomla 1.7 deve quindi essere considerata come la seconda versione a breve termine mentre Joomla 1.8 sarà la prima versione a lungo termine di questo ciclo.

La differenza tra versioni a breve e a lungo termine si riflette direttamente sui tempi di supporto per i rilasci: Joomla 1.5, supportata fino ad aprile 2011, avrà infatti un ciclo di vita più lungo rispetto alla 1.7, supportata fino a febbraio 2011.

La Joomla platform

La separazione tra CMS e piattaforma in Joomla non è dovuta ad un'iniziativa recente, gli sviluppatori dell'applicazione hanno infatti lavorato su questa idea per circa 6 anni, cioè in seguito alla realizzazione della prima release stabile del progetto nel 2005; la Joomla Platform è sostanzialmente una piattaforma rilasciata sotto licenza Open Source (GNU General Public License versione 2 o superiore) per la creazione di Web applications e di applicazioni in PHP utilizzabili da linea di comando, si tratta quindi a tutti gli effetti di un framework basato su PHP.

Questa piattaforma, il cui controllo di versione è affidato ai commit della piattaforma per lo sviluppo collaborativo GitHub, non integra alcuna interfaccia utente e mette a disposizione delle librerie contenute nelle directory "/libraries" e "/media", più una cartella dedicata alle applicazioni per i test e i file di configurazione del framework.

L'applicazione richiede un ambiente basato su PHP 5.3 o superiore e il suo codice sorgente potrà essere clonato tramite GIT con la seguente istruzione:

git clone git://github.com/joomla/joomla-platform.git

La Joomla platform è stata realizzata per permettere agli sviluppatori di creare applicazioni indipendentemente dalla parte dell'applicazione destinata alla gestione dei contenuti, dovrebbe essere così possibile:

  • realizzare fork, cioè applicazioni basate su Joomla;
  • integrare nuove features nel ramo principale del progetto;
  • spingere le grandi aziende a sviluppare progetti basati sulla piattaforma.

La road map della Joomla platform prevede un nuovo rilascio ogni tre mesi, la numerazione è stata concepita unendo le due ultime cifre dell'anno di rilascio con il numero sequenziale del rilascio stesso, per cui, ad esempio, la prima release del prossimo anno sarà la "12.1".

Aggiornamento da Joomla 1.6 a 1.7

Per le nuove installazioni di Joomla non ci sono particolari novità se non il fatto che la procedura necessaria è stata arricchita con Ajax in modo da evitare fastidiosi caricamenti di pagina; per chi deve invece operare un aggiornamento da Joomla 1.6 a Joomla 1.7 è vivamente consigliato l'upgrade alla 1.6.5 (o eventualmente superiore, se rilasciata), questa è stata infatti concepita proprio per risolvere un problema rilevato nelle release precedenti a carico dell'Extension Manager Update.

Se si desidera passare dalla 1.6.5 sarà quindi necessario accedere al Pannello di controllo e recarsi sul Gestore delle estensioni del CMS per poi cliccare sul link per l'installazione di nuovi package, a questo punto bisognerà digitare o copiare e incollare nel modulo per l'installazione tramite URL il percorso

http://joomlacode.org/gf/download/frsrelease/15233/66395/Joomla_1.6.5_to_1.7.0_RC1_Update.zip e procedere con l'installazione.

Figura 1. Upgrade da Joomla 1.6.5 a Joomla 1.7
(clic per ingrandire)


Upgrade da Joomla 1.6.5 a Joomla 1.7

La procedura necessaria per l'aggiornamento non sarà particolarmente lunga e non richiederà ulteriori passaggi.

Chi utilizza una versione di Joomla potrà aggiornarla utilizzando l'apposito componente denominato jUpgrade; il passaggio dalla 1.5 alla 1.7 non è per ora strettamente necessario se non si necessita delle funzionalità messe a disposizione da quest'ultima, si tenga comunque conto del fatto che l'aggiornamento all'ultima release disponibile renderà più agevole il passaggio alla successiva 1.8.

Gestione multi-lingua

Con Joomla 1.7 viene ulteriormente implementato il sistema per la gestione dei contenuti multi-lingua già sviluppato nella versione precedente del CMS, infatti, oltre alla correzione di alcuni bug presenti nel plugin "Language Filter", l'ultima release presenta anche una funzionalità completamente nuova e ottenibile in precedenza soltanto tramite estensioni di terze parti: la possibilità di associare elementi di menù in linguaggi differenti.

Per far questo sarà necessario innanzitutto che il plugin "Language Filter" venga attivato e che sia abilitata la voce "Menu association" che permette di effettuare lo switch tra una lingua e un'altra, tale plugin potrà essere utilizzato soltanto se il modulo "Language Switcher" è stato pubblicato.

Figura 2: Configurazione plugin Language Filter
(clic per ingrandire)


Configurazione plugin Language Filter

Una volta confermate le modifiche effettuate, si potrà editare un elemento di menù a cui sia stata specificatamente assegnata una lingua e, utilizzando la voce "Menu Items Associations", sarà possibile associare ad esso altri elementi di menù in lingue differenti:

Figura 3: Menu manager
(clic per ingrandire)


Menu manager

Un elemento di menu, se assegnato ad un linguaggio per i contenuti non pubblicato, potrà essere associato ad un altro o ad altri, ma gli elementi di menù ai quali esso è associato non permetteranno di rendere visibile questa impostazione fino a quando la pubblicazione della lingua non sarà avvenuta.

Nel caso in cui per una voce di menu non vi sia alcuna associazione con altri elementi, il comportamento del CMS sarà il medesimo rispetto a quello previsto nella versione 1.6, al click sulla bandierina o sul nome di una lingua verrà prodotto un redirect del browser verso la home page localizzata in quella lingua.
L'associazione degli elementi di menù non è obbligatoria e potrà essere utilizzata a propria discrezione del gestore del sito Web.

Ulteriori novità in Joomla 1.7

In Joomla 1.7 sono state effettuate circa 200 correzioni di bug rispetto alla release 1.6.5 e, oltre a quelle già segnalate, sono state introdotte alcune altre interessanti novità, di seguito viene proposto un elenco delle features più interessanti tra queste:

  • l'editor predefinito, TinyMCE, è stato aggiornato alla versione 3.4;
  • sono stati aggiunti la compatibilità con WAI-ARIA e il supporto HTML5 per "progressbar.js";
  • è stato migliorato il plugin Load Module;
  • è stata introdotta la possibilità di escludere gli utenti disabilitati dagli invii tramite Mass Mail;
  • è stato implementato l'update automatico del database;
  • è stato aggiunto un parametro per permettere di linkare una ricerca tramite un elemento di menu;
  • è stato introdotto il supporto per il formato OpenSearch basato su XML nel componente "com_search".

Conclusioni

In questa trattazione sono state descritte le caratteristiche più rilevanti dell'ultima versione di Joomla, la 1.7; essa non si caratterizza per importanti modifiche a carico dell'impianto grafico o per l'introduzione di funzionalità particolarmente rilevanti (a parte alcuni nuovi strumenti destinati alla gestione dei siti multi-lingua), ma rappresenta un traguardo importante nella storia di questa applicazione perché grazie ad essa il CMS e la piattaforma di sviluppo di Joomla sono stati separati, tale innovazione è stata introdotta per consentire agli sviluppatori di creare più facilmente fork e aggiungere velocemente nuove features al sorgente del progetto.


Ti consigliamo anche