Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Installare Ubuntu 8.10 e Fedora 10 su dispositivi USB

Come installare le ultime versioni di Ubuntu e Fedora su una penna USB: istruzioni ed immagini
Come installare le ultime versioni di Ubuntu e Fedora su una penna USB: istruzioni ed immagini
Link copiato negli appunti

Sia Ubuntu, nell'ultima versione, sia Fedora possono essere avviate nelle loro versioni ufficiali da una penna USB. Per creare queste versioni i due team di sviluppo hanno messo a disposizione due software semplici da usare e da configurare sia per Linux e, ma solo per Fedora, sia per Windows. In questo articolo vedremo come si usano.

Ubuntu 8.10

Già da diverso tempo erano in circolazione strumenti vari per l'installazione di una qualsiasi versione di Ubuntu in formato USB. Dalla versione 8.10 gli sviluppatori hanno ben deciso di aggiungere alla distribuzione un'applicazione ufficiale mirata a tale scopo, disponibile sin dal primo avvio del sistema operativo. Il suo utilizzo è molto semplice, e necessita di poche e rapide impostazioni.

Per avviarla è sufficiente selezionare la voce Sistema nel menu di GNOME, scegliere Amministrazione ed avviare l'applicazione attraverso la voce Create a USB startup disk. Verrà richiesta, dunque, la propria password per poter usufruire dei privilegi di superutente, e successivamente si avrà di fronte l'interfaccia principale dell'applicazione.

Figura 1: Utility di Ubuntu 8.10
Utility di Ubuntu 8.10

Le uniche due opzioni da configurare riguardano, dunque, l'immagine ISO da installare sulla penna USB ed il dispositivo di destinazione. Questo tipo di installazione somiglia molto all'installazione tradizionale di Ubuntu su disco fisso, in quanto offre la possibilità di utilizzare lo spazio restante sul dispositivo per creare la propria cartella /home, nella quale è possibile archiviare i propri file e documenti.

Per questo motivo lo spazio libero minimo consigliato è di 1GB, di norma più che sufficienti a contenere tutti gli strumenti necessari al pieno funzionamento della distribuzione e i file personali.

Una volta impostato il tutto, è sufficiente premere il pulsante Make Startup Disk, ed il processo di installazione avrà inizio. Al suo termine, sarà possibile avviare la propria macchina selezionando come dispositivo di avvio quello sul quale è stata installata Ubuntu, ed avere un sistema Live perfettamente funzionante e performante.

Fedora 10

Lo strumento messo a disposizione dagli sviluppatori Fedora, invece, prende il nome di liveusb-creator, ma non differisce molto nel suo utilizzo, risultando ugualmente semplice ed intuitivo (ed è disponibile anche per Windows). La prima operazione da compiere, però, riguarda l'installazione dell'applicazione, contenuta nei repository della distribuzione. Apriamo, dunque, il terminale ed installiamo con yum l'applicazione:

su -c  'yum install liveusb-creator'

Fatto ciò, è possibile scegliere due soluzioni per l'utilizzo di liveusb-creator: questo strumento, infatti, è disponibile sia da riga di comando, a in grado di offrire un maggiore livello di personalizzazione dell'installazione grazie ai diversi parametri tra cui scegliere, sia in versione grafica, più semplice da utilizzare.

Scegliendo la modalità da riga di comando, è sufficiente digitare l'esecuzione dell'applicazione seguita dall'indirizzo dell'immagine ISO da installare e del dispositivo da utilizzare.

/usr/bin/livecd-iso-to-disk /indirizzo/immagine.iso /indirizzo/dispositivo/usb

Anche in questo caso è possibile scegliere se utilizzare lo spazio restante per creare una cartella /home. In tal caso, basta aggiungere il parametro --home-size-mb seguito dalla dimensione in MegaByte della cartella. Sono disponibili, inoltre, altri parametri aggiuntivi per personalizzare l'installazione, consultabili attravero il comando 

/usr/bin/livecd-iso-to-disk --help

Per quanto riguarda invece lo strumento grafico, è possibile notare subito la semplicità dell'interfaccia che, così come nel caso di Ubuntu, permette di realizzare la propria distribuzione Live in formato USB attraverso pochi passaggi. È sufficiente impostare, infatti, l'immagine ISO da utilizzare, tra l'altro scaricabile attraverso la stessa applicazione, la periferica di installazione e lo spazio da lasciare libero. Una volta fatto ciò, non resta che cliccare su Create Live USB ed in pochi minuti si avrà la distribuzione in formato USB.

Figura 2: Fedora LiveUSB Creator per Fedora 10
Fedora LiveUSB Creator per Fedora 10


Ti consigliamo anche