Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Iniziamo a progettare un sito di successo

Dieci suggerimenti pratici per iniziare a pianificare un progetto web
Dieci suggerimenti pratici per iniziare a pianificare un progetto web
Link copiato negli appunti

Nel precedente articolo: «Web Marketing: concetti fondamentali» abbiamo evidenziato che, se non in rarissime occasioni, è praticamente impossibile che un visitatore capiti su un sito per caso. Tale affermazione da un lato ci insegna che è davvero difficile farsi trovare ma, al tempo stesso, evidenzia che è quanto mai importante, una volta "catturato" un visitatore trattenerlo, ovvero fare in modo che ritorni sulle nostre pagine.

Può sembrare un non senso dedicare le battute iniziali della sezione web marketing ai segreti per "fidelizzare" (come si dice in gergo tecnico) i visitatori. "Prima dovreste insegnarci a conquistarli" direte voi. Se dovessimo ragionare in termini economici, la risposta a questa contraddizione sarebbe che conquistare un nuovo visitatore costa molto di più che trattenerne uno già acquisito. Tuttavia, l'idea non è quella di introdurvi a complessi programmi di fidelizzazione quanto, piuttosto, di farvi risparmiare un po' di tempo e fatica, evitando di commettere, in fase di progettazione e sviluppo del vostro sito, alcuni errori che potrebbero essere fatali alla vostra strategia di marketing futura. È un po' come aprire un ristorante ed iniziare a promuoverlo prima di aver trovato il cuoco o disponendo di un solo cameriere. Gli avventori, attirati dalla pubblicità, inizierebbero ad arrivare al vostro locale ma non vi troverebbero che bevande ed un servizio scadente, e di certo non sarebbero stimolati a ritornare in un secondo momento.

Il successo (o l'insuccesso) di un sito inizia infatti dalla fase di progettazione e una buona strategia di web marketing parte proprio dal primo tag <html> che inserite nel codice. L'obiettivo qui è mettere in evidenza alcuni piccoli accorgimenti pratici (alcuni dei quali saranno poi approfonditi nelle prossime settimane) per implementare la vostra strategia di promozione online sin dalla fase di progettazione del sito.

  1. Differenziarsi. Ovvero dare una ragione ai navigatori per scegliere di visitare il nostro sito invece che quello di un concorrente.

    Facciamo l'ipotesi che siate appassionati di telefonia mobile e decidiate di creare un sito sull'argomento. Di certo non siete stati i primi ad avere questa idea, esistono già decine di siti dedicati ai cellulari, tuttavia questo grande affollamento non deve scoraggiarvi a priori: c'è spazio anche per voi, ma dovrete costruirvelo, ed il primo passo consiste nel "posizionamento", cioè nel fare in modo che il navigatore associ un'idea unica e precisa al vostro sito.

    Il primo passo consiste nello scegliere un nome a dominio e uno slogan originale, che possa essere facilmente ricordato (ad esempio, "Folletto: guida alla scelta del cellulare perfetto"), ma il posizionamento si concretizza soprattutto nella peculiarità dei servizi che offrite, degli argomenti che trattate. Il settore della telefonia mobile è estremamente ampio, a meno che non disponiate di budget elevati, è impossibile che riusciate a presentare ciascun tema con sufficiente completezza e competenza. La consapevolezza dei propri limiti non è una vergogna, anzi è una cosa positiva dalla quale trarre vantaggio: specializzatevi in un argomento e cercate di essere "perfetti" in quello, per crescere c'è sempre tempo.

    Dunque, magari, realizzate un sito dedicato ad un solo modello di cellulare e offrite il più possibile a tale riguardo (suonerie, loghi personalizzati, schede tecniche, notizie, suggerimenti pratici). Soprattutto nella fase iniziale, il vostro obiettivo deve essere quello di diventare l'univoca risposta alla domanda "dove trovo sul Web le informazioni più complete e dettagliate sul modello XXX?".

  1. Controllare la concorrenza. Il termine esatto per definire tale operazione è "benchmark", e consiste nel compiere una costante valutazione di quanto stanno facendo gli altri siti con i quali si è in competizione. Controllare non significa però copiare, bensì rendersi conto di quale è il livello del mercato entro il quale si sta operando, per potersi adeguare o, soprattutto, come evidenziato nel punto precedente, differenziare.

    Mi posso adeguare quando, dopo aver controllato la concorrenza, noto che tutti offrono il servizio per spedire SMS via Web. Comprendo che è diventato quasi uno standard nella categoria di siti alla quale anch'io appartengo, e mi rendo conto che, non offrendo tale servizio, deludo le aspettative dei miei visitatori.

    Mi differenzio invece, quando dal benchmark vedo, ad esempio, che nessuno permette di scaricare musichette country per il cellulare. Ed allora sul mio sito, creo ed promuovo una sezione speciale nella quale trovare, in esclusiva, queste particolari suonerie.

  2. Grafica leggera. Le connessioni alla Rete si stanno solo in parte velocizzando, la maggior parte delle persone che si collega da casa, utilizza ancora un modem a 56kb, non certo un fulmine nel caricare pagine ricche di grafica. Non bisogna dunque abusare della pazienza dei navigatori e controllare che ciascuna pagina abbia un peso massimo di 40 kb (grafica compresa).

  3. Navigabilità del sito. I fogli di stile permettono di eliminare la sottolineatura dai links. Siamo proprio sicuri però che i collegamenti all'interno delle pagine sia davvero così riconoscibili? Il visitatore sul sito non deve essere costretto a fermarsi a pensare come proseguire la propria navigazione, questa deve avvenire in modo intuitivo. Dunque è importante fornire dei riferimenti chiari e costanti all'utente, ad esempio con un testo nero ed i links in rosso (se la differenza di colore è evidente si può anche eliminare la sottolineatura, anche se ciò è contrario ai principi dell'[url=https://www.html.it/usabilita/]usabilità[/url]).

  4. Aggiornamento dei contenuti. Le pagine del sito devono essere sempre "fresche", non dare l'idea di contenuti vecchi e stantii. Nel momento in cui mettete online il vostro lavoro non potete poi dimenticarvi di aggiornarlo con cadenza almeno settimanale, evidenziando, in un apposito spazio, quali sono le sezioni che contengono le novità.

    1. Newsletter. Uno dei principi del web marketing afferma che ogni volta che un visitatore approda su un sito non deve andarsene senza prima averci lasciato informazioni su di lui. In tale ottica il modo migliore (e più semplice) per stabilire un rapporto duraturo con un navigatore è proprio quello di "catturarne" l'indirizzo email. Sin dalla prima versione del vostro sito date la possibilità agli utenti di iscriversi ad una newsletter, per ricevere gli annunci degli aggiornamenti o, addirittura contenuti completi direttamente nella propria mailbox (ad esempio la recensione dell'ultimo modello di cellulare XXX uscito sul mercato).

    2. Colore di sfondo. Soprattutto se realizzate un sito ricco di contenuti testuali, dovete sempre considerare il fatto che qualcuno possa decidere di stampare le vostre pagine, per poi leggersele con calma. Per questo motivo è importante che lo sfondo del sito sia chiaro, meglio di tutto se bianco con testi in nero, al fine di rendere più agevole possibile sia la lettura a video che la stampa. Se proprio non volete rinunciare agli sfondi scuri, date almeno la possibilità agli utenti di visualizzare un'apposita versione stampabile della pagina (sfondo bianco, testo nero e magari con meno banner ed elementi grafici della versione originale).

    3. Titoli delle pagine. In prospettiva di una futura strategia di posizionamento sui motori di ricerca, rendete sin dall'inizio il vostro sito "search-engine friendly", ovvero, come primo passo inserite i titoli <title> su ogni pagina. Tale semplice operazione in alcuni casi vi permetterò di essere trovati dagli "spider" dei motori anche senza aver personalmente inserito il vostro sito e, tra l'altro, darà un tono di professionalità e serietà alle vostre pagine. Pensate all'idea di poca cura che vi dà il fatto di arrivare su un sito e trovare ancora nella barra in alto a sinistra la dizione "Untitled document".

    4. Funzione di ricerca. È probabilmente la più difficile da implementare a livello pratico (o avete buone basi di programmazione, o i servizi a pagamento davvero validi sono parecchio costosi), tuttavia è la funzione che conferisce maggiore valore aggiunto ad un sito. Secondo quanto afferma il guru dell'usabilità Jakob Nielsen, la funzione di ricerca permette ai visitatori di essere artefici del proprio destino durante la navigazione (scelgo io dove andare e non sono costretto a seguire i percorsi di links che mi indica il webmaster) e, inoltre, rappresenta un'ancora di salvezza per quegli utenti che perdono la bussola all'interno del sito e non capiscono più in quale sezione si trovano.

    5. Feedback. Come si è detto la volta scorsa, la comunicazione sul Web è a due vie e consente di stabilire un dialogo tra webmaster e visitatore. Mettete sempre in evidenza sul sito l'indirizzo email per contattarvi o meglio, ancora, aggiungete anche un form da compilare online per inviare un commento. E quando ricevete un messaggio, ricordatevi di rispondere entro qualche giorno!


Ti consigliamo anche