Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

I programmi di affiliazione per webmaster

Quali sono i vantaggi e quali sono le modalità per partecipare ad un programma di affiliazione. Dalla parte del webmaster
Quali sono i vantaggi e quali sono le modalità per partecipare ad un programma di affiliazione. Dalla parte del webmaster
Link copiato negli appunti

Perché scegliere di affiliarsi?

Quali sono i vantaggi per un webmaster che sceglie di partecipare ad un programma di affiliazione? All'apparenza, dal punto di vista dell'affiliato, la risposta potrebbe sembrare una 'sola'... Guadagnare qualche euro, è ovvio! Ma questo, pur essendo l'elemento principale (oltre che il più ghiotto), non è l'unico...

Aderendo ai programmi di affiliazione più grossi e maggiormente curati, è possibile trasmettere ai propri visitatori un senso di affidabilità, rilevanza e qualità, frutto del riflesso positivo del marchio famoso al quale ci si è associati. Questo perché, nonostante le procedure di iscrizione agli affiliate programs siano ormai molto rapide e standardizzate, i merchant effettuano sempre una verifica periodica sui siti dei propri affiliati per accertarsi (giustamente dal loro punto di vista) della questione opposta, ovvero di non associare il proprio marchio con contenuti che potrebbero danneggiarlo (pornografia, gioco d'azzardo o altri argomenti oscuri di cui è piena la Rete). In un certo senso, essere ammessi a partecipare ad un programma di affiliazione è un po' come ricevere un bollino di qualità da esibire con un certo orgoglio sulle proprie pagine.

La partecipazione a programmi di affiliazione può garantire un flusso costante di euro nelle casse del webmaster, non guadagni stratosferici, ma somme di denaro comunque soddisfacenti, soprattutto in considerazione del modesto impegno profuso per ottenerle. Attenzione però a non cadere nella trappola che "illude" molti webmaster: per quanto il grosso del lavoro in un programma di affiliazione venga svolto dai merchant, non basta iscriversi ed esporre qualche banner per fare entrare qualche soldo nelle proprie tasche.

Implementare un programma di successo: la scelta

Un programma di affiliazione di successo inizia nel momento in cui lo si sceglie. Non vale la pena di essere ingordi, non paga. È un'idea marketing (già titolo di un libro) che si sta diffondendo. Non è possibile essere i primi in tutto, non è possibile vendere tutto. Soprattutto nei programmi di affiliazione, non si può pensare di vendere qualsiasi tipo di prodotto attraverso il proprio sito. È necessario fare una scelta, riflettere ed individuare con cura un numero limitato di beni, e dunque di programmi, ai quali associarsi.

Facciamo un esempio pratico. Supponiamo di avere un sito amatoriale dedicato alla poesia ed alla recensione di libri, con un target di visitatori prevalentemente femminile e di età compresa tra i 25 ed i 50 anni. Potrebbe essere senz'altro efficace (oltre che ovvio) aderire ad un programma di affiliazione promosso da un sito che vende libri in Rete. Tuttavia, si potrebbe anche considerare di associarsi ad un sito che vende cd musicali, essendo anche questi prodotti legati alla "sfera del tempo libero" di interesse per le visitatrici.

Esagerando, il raggio d'azione dell'affiliazione potrebbe spingersi verso i prodotti enogastronomici regionali e ricercati, considerando le lettrici come appassionate di buona cucina o, comunque, di una concezione della vita con un certo benessere ed una certa armonia tra spirito e corpo. Scegliere invece di vendere cellulari, piuttosto che altri prodotti di elettronica e tecnologia, potrebbe rivelarsi una perdita di tempo, in quanto questi beni non rientrano negli interessi diffusi del target femminile specifico presentato in precedenza. L'insuccesso di questo tipo di scelta potrebbe inoltre esplicitarsi non solo nella mancata vendita dei prodotti tecnologici ma, cosa ancor peggiore, potrebbe avere ripercussioni negative anche sui risultati degli altri programmi di affiliazione ai quali si partecipa. Il visitatore o la visitatrice di un sito basato sui contenuti come, nella fattispecie citata (i libri, le poesie e le loro recensioni), potrebbe essere disorientato dalla presenza ingombrante di tonnellate di messaggi pubblicitari, più o meno espliciti, tanto da perdere di vista quelli in cui potrebbe essere realmente interessato.

Il layout del sito

Una volta deciso quanti e quali prodotti si vogliono pubblicizzare attraverso le proprie pagine, è necessario decidere come posizionare i banner ed i links ai prodotti dei merchant. Si tratta dunque di avere un atteggiamento attivo e, in un certo senso, spinto alla sperimentazione, per provare, riprovare e valutare con il tempo quali sono le strategie di posizionamento più efficaci da adottare. È opportuno magari inserire un richiamo immediato, sin dalla homepage, al prodotto in super offerta da parte del merchant e, comunque in generale, constualizzare il tipo di prodotti proposti ai propri visitatori. Per restare all'esempio fatto in precedenza, quello del sito dedicato ai libri, è facile comprendere che sarà sicuramente più redditizio inserire un link per l'acquisto di un romanzo d'amore appena pubblicato nella pagina in cui presentate la recensione di Cime Tempestose, piuttosto che nella sezione dedicata alla fantascienza ed ai romanzi di Isaac Asimov.

I contenuti inoltre vanno personalizzati, non basta fare copia & incolla del materiale promozionale offerto dal merchant, è necessario porsi con spirito critico dinanzi allo stesso e scegliere, magari, di integrarlo con opinioni personali. Soprattutto se come webmaster si è riusciti a stabilire un rapporto stretto e diretto con i propri visitatori, è importante saper "sfruttare" (in senso buono :-) la fiducia guadagnata, anche perché, in fondo, è proprio questo ciò essi si aspettano. Proprio per il carattere personale della relazione venutasi a creare, i visitatori non sono interessati a sentirsi proporre asettici messaggi promozionali, quanto piuttosto vogliono ricevere giudizi ponderati e personali, non necessariamente sempre positivi.

Parola chiave: aggiornamento

Come abbiamo avuto modo più volte di ripetere, uno dei peggiori nemici dei webmaster è la staticità di un sito, intesa come il mancato aggiornamento dei contenuti. Anche quando si partecipa ad un programma di affiliazione, per massimizzare la resa di questa scelta è necessario prestare la debita attenzione a questo aspetto. Il webmaster deve infatti sempre essere a conoscenza delle promozioni e delle novità offerte dal merchant e saper adeguare con prontezza e intelligenza il proprio sito alle nuove proposte commerciali. In termini pratici, vuol dire aggiornare la gamma di prodotti venduti, proponendo i nuovi modelli entrati in commercio o quelli sui quali il merchant sta applicando i prezzi più scontati. Questo aggiornamento non riguarda solo quanto promosso attraverso il sito ma anche i prodotti che vengono descritti e pubblicizzati all'interno di una eventuale newsletter. Anche la posta elettronica svolge infatti un ruolo strategico in un programma di affiliazione. Le newsletter, e qui consideriamo solo quelle cosiddette opt-in (ovvero alle quali l'utente ha scelto personalmente di iscriversi), sono un mezzo di comunicazione estremamente diretto e personale (e dunque potenzialmente molto efficace) con il quale trasmettere il messaggio pubblicitario, in quanto è stato il destinatario ad esprimere la propria preferenza, più o meno diretta, verso una certa categoria merceologica.

Attenzione però ad inserire i links ai prodotti nel modo opportuno: se quelli generati dal merchant prevedono che all'interno via sia la user id del vostro sito (come nel caso di Amazon), allora potete linkare le offerte direttamente dalla newsletter altrimenti, per non correre il rischio di perdere clienti, è opportuno che il link inserito faccia riferimento ad una "landing page" presente sul vostro sito.

Come scegliere il merchant

I merchant non sono tutti uguali, e come in ogni altro business, può capitare di incontrarne di poco onesti. Tuttavia ci sono alcuni elementi che possono essere preventivamente verificati per evitare spiacevoli sorprese. Esistono infatti alcuni siti molto utili ai quali fare riferimento per orientarsi nella scelta del merchant giusto. Oltre a recensire i vari programmi di affiliazione con sufficiente imparzialità, raccolgono all'interno delle proprie pagine (ad esempio attraverso forum) i pareri di altri webmaster. È possibile così distinguere i merchant affidabili (ovvero quelli che pagano veramente le commissioni) da quelli che invece promettono molto ma, alla fine, non saldano mai i conti. Purtroppo questi ultimi sono più diffusi di quanto si possa pensare, ma in Internet, si sa, le voci corrono, e con un po' di ricerca ed attenzione è possibile ricevere queste importanti informazioni prima di aver investito troppo tempo ed energie nell'implementazione e nella promozione di programmi in realtà non redditizi.

Per avere qualche dritta sui programmi di affiliazione più affidabili, potete dare un'occhiata a questi siti:

Altrimenti, una buona garanzia è senz'altro quella di aderire ai programmi offerti dai siti che, in un network, uniscono più merchant, quali Commission Junction, Linkshare, Tradedoubler e Befree.

Dello stesso autore e dello stesso argomento sono stati pubblicati su PRO.HTML.it gli articoli I programmi di affiliazione e Come avviare un programma di affiliazione.


Ti consigliamo anche