Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Flash CS5: le novità per sviluppatori e designer

Le caratteristiche più interessanti per grafici, animatori e sviluppatori
Le caratteristiche più interessanti per grafici, animatori e sviluppatori
Link copiato negli appunti

Da oggi è disponibile la Creative Suite 5 e quindi il nuovo Flash Professional CS5, ovvero l'undicesima versione del prodotto di casa Adobe (notare che nei primi giorni della messa online delle nuove pagine della suite la scritta era mid May, metà maggio!).

In questo articolo analizzaremo le novità che la CS5 porta per designer e sviluppatori, prendendo le mosse da alcune caratteristiche presentate nel post di Richard Galvan, per analizzare alcune le migliorie e le nuove caratteristiche di Flash Professional CS5, che tuttavia non è l'unica novità per gli utenti di Flash.

Flash Builder 4 e Flash Catalyst

Iniziamo proprio con novità "esterne" a Flash Pro: nella suite sono infatti presenti due nuovi prodotti: Flash Builder 4 (ex Flex Builder), disponibile però solo nelle edizioni Web Premium e Master Collection, e Flash Catalyst disponibile invece in tutte le versioni della CS5 ad eccezione della Design Standard.

Se per Flash Builder si tratta di un prodotto già esistente (la versione 4 è già stata rilasciata da alcune settimane), per Flash Catalyst siamo di fronte a un prodotto che è invece alla sua prima release ufficiale dopo quasi due anni dalla sua prima presentazione, avvenuta al Max 2008 quando ancora era identificato con il codename Thermo.

Per quanto riguarda il Builder, la novità principale per gli utenti di Flash Professional sarà la possibilità di usare Flash Builder come editor Actionscript esterno; una delle maggiori critiche mosse dagli sviluppatori infatti è sempre stata l'inadeguatezza del pannello Azioni di Flash, giudicato ormai obsoleto (sono nati infatti diversi progetti di editor esterni come ad esempio FlashDevelop). Ebbene, da questa nuova versione sarà possibile sfruttare il Flash Builder come editor grazie all'integrazione tra i due software.

Va segnalato comunque anche il miglioramento del pannello Azioni, l'editor interno a Flash Pro, grazie al code hinting e all'autocompletamento del codice anche per le classi personalizzate, che comunque non bastano a renderlo competitivo con gli editor esterni.

Per l'interazione tra design e sviluppo, le novità sui prodotti sono decisamente maggiori, Flash Catalyst è infatti al suo debutto dopo aver creato grande interesse sia all'epoca della sua presentazione sia durante le fasi di beta. Abbiamo già esaminato la beta di Catalyst in passato e cogliendone le potenzialità fondamentali: la capacità di generare, in pochi passaggi, un'applicazione funzionante a partire da un layout grafico, lasciando comunque gli spazi pronti per scrivere codice Actionscript, semplifica molto la collaborazione.

Per applicazioni di livello medio-alto, è interessante l'accoppiata Catalyst + Flash Builder, mostrata anche nella pagina di presentazione del prodotto. Le potenzialità di questi due prodotti possono rendere appetibile l'acquisto di una suite piuttosto che del solo Flash Professional.

Flash Professional CS5: il Text Layout Framework

Sebbene un po' sottovalutata come novità, è invece probabilmente la caratteristica più rivoluzionaria di questa nuova versione del programma, soprattutto sarà la più apprezzata dalla stragrande maggioranza degli utenti che aspettavano le nuove potenzialità per la manipolazione del testo.

Infatti non si tratta di una vera e propria novità assoluta: il Text Layout Framework era disponibile negli Adobe Labs già da tempo e ne abbiamo già parlato, tuttavia si trattava di una versione beta utilizzabile solo tramite un pannello dedicato (o tramite Actionscript) e con performance piuttosto scadenti. Tutt'altra storia invece in Flash CS5, dove il framework è comodamente utilizzabile anche dal pannello proprietà.

Figura 1. Text Layout Framework e pannello proprietà
Screeshot dello stage

Possiamo notare alcune caratteristiche come il testo che scorre intorno all'immagine. Per maggiori dettagli sulle potenzialità di questo framework rimando agli articoli precedenti, si tratta comunque di una novità molto interessante che permette finalmente nuove disposizioni dei testi, sia statici che dinamici.

Questa novità permette tra l'altro di esportare dei FLA da InDesign mantenendo intatta la formattazione del testo stabilita nel programma di impaginazione di casa Adobe.

Font incorporati a livello globale

Ancora una novità legata al testo: ora è possibile impostare quali siano i font incorporati a livello di progetto (per tutto il "FLA" per intenderci) e non solo singolarmente per ogni campo di testo.

Finora infatti se avevammo dieci campi di testo dinamici con lo stesso font e impostazioni, dovevamo comunque incorporare il caratere per ognuno di essi.

Miglioramenti allo strumento bone (osso)

Introdotto in Flash CS4, lo strumento osso (Bone) permette l'uso della cinematica inversa. In Flash CS5 è stato ulteriormente migliorato con l'aggiunta dell'elemento molla (Spring) che consentirà la creazione di nuovi effetti fisici da applicare alle ossature direttamente sullo stage.

Miglioramenti allo strumento "deco"

Un altro strumento introdotto in Flash CS4, conserva tutte le caratteristiche di base che già conosciamo, ma è reso più interessante grazie alla possibilità di creare pennelli personalizzati oltre ad un maggior preset di forme pre-impostate.

Inizialmente sembrava fosse stato rimosso lo strumento Spray ma elementi più recenti smentirebbero questa ipotesi.

Nuovi formati XFL e FXG

Si tratta di una caratteristica originariamente prevista per Flash CS4 ma che è stata invece posticipata di una versione. Questi formati, basati su XML, possono essere salvati in forma non compressa mantenendo quindi accessibili e modificabili tutte le risorse del file.

Principalmente è una novità pensata per facilitare la collaborazione sui file da parte di più persone, ma grazie a questo nuovo formato è stata anche resa migliore l'integrazione tra i prodotti della suite.

Nuovi template

Saranno presenti dei nuovi preset tra cui scegliere per facilitare nella creazione di un nuovo file.

Il pannello Code Snippet

Oltre a quanto già accennato riguardo al pannello azioni e allo sviluppo tramite Flash Builder, abbiamo un'altra novità in Flash: il Code Snippet, un pannello con codici pronti da riutilizzare e dove potremo salvare anche i nostri snippet, è comunque una caratteristica più adatta ai pricipianti.

Storico dimensioni SWF

Informazione utile per chi si occupa di sviluppare banner o filmati che devono avere un peso in kilobyte minore di una certa soglia: da questa nuova versione sarà possibile vedere nel pannello proprietà la dimensione delle varie versioni del file SWF esportate fino a quel momento, così da poter valutare velocemente se e quanto si è migliorato il peso del proprio file.

Servizi CS Live

Anche Flash, come in generale tutti i software della Creative Suite 5, permetterà l'accesso ai servizi CS Live quali Acrobat.com, BrowserLab, LiveReview e altri.

Video

Il settore video è stato negli ultimi anni il maggior punto di forza di Flash ed era quindi lecito aspettarsi novità a riguardo. Non ci sono nuovi codec come avvenuto ad esempio nel passaggio da Flash Mx 2004 a Flash 8, tuttavia ci sono delle novità sia per gli sviluppatori che per i designer. Più precisamente, in Flash CS5:

  • Sarà più semplice inserire dei Cue Points all'interno dei video
  • Il componente FLVPlayback permetterà di vedere l'anteprima del video direttamente sullo stage (senza quindi rendere necessaria ogni volta l'esportazione dell'SWF)
  • Il componente FLVPlayback avrà delle nuove skin

Come in tutte le ultime versioni sarà presente l'Adobe Media Encoder che permetterà di comprimere i propri video in vari formati, tra cui FLV e F4V.

Sviluppo per cellulari e Open Screen Project

Veniamo infine al punto un po' dolente. Non ci sono grossi dubbi sul fatto che il settore dove Adobe puntava ad offrire maggiori novità in quest'ultima release del suo sofware fosse il mobile, ma le controversie con Apple hanno bloccato quella che sembrava essere la principale novità di Flash CS5, ovvero il packager per esportare i propri giochi e applicazioni Flash in formato utilizzabile con l'IPhone.

Nonostante questa mossa di Apple, l'interesse verso questo settore non è certamente calato, anzi negli ultimi mesi Adobe aveva già più volte citato e spinto il suo Open Screen Project.

A riprova di questa volontà di portare i contenuti Flash su molteplici periferiche basti ricordare come il Max 2009 sia stato principalmente imperniato sulla presentazione del Flash Player 10.1 (sembra che per la prima volta la versione di Flash e quella del Flash Player non avranno la medesima numerazione, dato che Flash CS5 come detto sarà la versione 11) e all'introduzione di feature come il multi-touch o alla possibilità di eseguire su cellulari e smartphone anche applicazioni AIR, oltre che su computer touch-screen e televisori.

A livello di utilizzo del software queste novità si rifletteranno principalmente in alcuni nuovi comandi Actionscript e nell'inserimento di nuove periferiche cellulari per i test all'interno nel Device Central.

Altre migliorie come ad esempio il minor consumo di batteria, la maggior fluidità dei video o il supporto per l'alta definizione saranno visibili usando il nuovo Flash Player ma non richiederanno programmazione o impostazioni aggiutive.

Va tuttavia considerato che molti dei modelli che supporteranno il Flash Player 10.1 usciranno tra alcuni mesi, quindi attualmente si tratta di una caratteristica molto "depotenziata" rispetto alle sue reali capacità.

Cosa è stato rimosso

Dopo aver visto le migliorie e le aggiunte applicate a Flash Professional CS5, vediamo invece cosa è stato. Si tratta di pochi elementi, tuttavia la rimozione di due di essi potrebbe creare disagi a molti utenti. Queste due eliminazioni che potrebbero non essere gradite a molti utenti sono:

Screens

Non sarà più possibile creare i filmati divisi in schermate (Screens), né sarà possibile aprirli e modificarli in Flash CS5: le funzioni necessarie sono state completamente rimosse. Chi avesse la necessità di modificare o creare documenti basati sulle schermate, tenga installata anche la vecchia versione di Flash.

Version Cue

Il sistema di controllo delle versioni sui file (che era presente ormai da diverse versioni della Creative Suite) è stato rimosso e Adobe testualmente indica di "usare una soluzione di terze parti". Sebbene anche in questo caso si tratti di una caratteristica probabilmente non di largo utilizzo (del resto un sistema di controllo delle versioni è presumibilmente più utile per lavori in team che per il singolo designer o sviluppatore), va a colpire non solo gli utenti di Flash ma in generale gli utilizzatori del software Adobe dato che anche Photoshop e gli altri applicativi della suite includevano l'integrazione con Version Cue.

Altre caratteristiche rimosse

Altre rimozioni, ma sicuramente con minori implicazioni, sono:

  • Componenti Data Binding Actionscript 2, questi componenti sono stati completamente rimossi dal pannello componenti
  • Formati di file obsoleti, in virtù dell'ormai scarsissimo o inesistente utilizzo di alcuni formati, da Flash Professional CS5 è stata rimossa la possibilità di importare file Freehand, PICT, PNTG, SGI e TGA, altresì è stata eliminata la possibilità di esportare in WMF, in sequenze di BMP o in sequenze di TGA
  • Salva e riduci, con l'introduzione del nuovo formato dei FLA, l'opzione per comprimere il FLA non è più necessaria

Cosa manca, feature attese e feature annunciate

Ovviamente dopo la presentazione ufficiale del prodotto, come accade un po' per tutti i software gli utenti hanno evidenziato quello che secondo loro mancava al programma. Non elencheremo le richieste magari anche un po' "assurde" ma ci limitiamo a riportare i due argomenti più spesso tirati in ballo per quanto concerne le carenze di questa versione: il 3D e la fisica.

Per quanto riguarda il 3D, viene fatto notare come librerie come Papervision3D e Away3D abbiano dimostrato le grandi potenzialità del flash player per la grafica tridimensionale, mentre in questa release non vi è alcuna novità rispetto al 3D simulato inserito già in Flash CS4.

Quello del 3D è un po' un argomento che viene tirato in ballo da anni e quasi ad ogni nuova versione di Flash qualcuno ne lamenta la mancanza, sicuramente però dopo aver visto al lavoro librerie come Papervision3D può essere lecito stupirsi per come Adobe si sia limitata a creare un 3D "simulato" e applicato comunque a oggetti bidimensionali; di contro, proprio Papervision3D, Sandy o Away3D rendono questa carenza molto meno grave.

Per ciò che concerne invece la fisica, il disappunto è dato dal fatto che al MAX 2009 fosse stata presentata l'introduzione di un motore fisico, con tanto di video dimostrativo (dal minuto 3:50 in avanti).

Non sembra però che questa caratteristica vedrà realmente la luce in Flash CS5, il ché lascia a bocca asciutta coloro che, vista la feature presentata ufficialmente davano probabilmente per certa la cosa.

L'assenza di queste caratteristiche viene però mitigata da librerie esterne di assoluta qualità che vanno a "coprire" questi ambiti lasciati scoperti da Adobe, che in ogni caso tende ad appoggiare e ad incoraggiare questi progetti.

A volte però affidarsi a una soluzione esterna può essere scomodo ad esempio quando le librerie non hanno una documentazione adeguata.

Conclusioni

Dopo questa panoramica sulle aggiunte (e rimozioni, seppur poche) di Flash CS5, si può dire che quasi nessuna delle caratteristiche introdotte sia "universalmente" utile, considerando anche che la maggiore novità (escluso ovviamente il discorso IPhone) è il text layout framework che peraltro era comunque noto e scaricabile in versione beta da più di un anno e non si può quindi parlare di novità in senso assoluto.

Sul fronte Flash Professional non ci troviamo certamente di fronte ad una release rivoluzionaria, le novità più grosse sono invece Flash Builder e Catalyst che potenziano notevolmente la Flash Platform.

Potremmo definire Flash Professional CS5 una versione di consolidamento delle feature introtte nella CS4, grazie alle piccole ma numerose migliorie e ad una promessa di maggior stabilità rispetto alla versione precedente.

I nuovi formati XML di interscambio inoltre permetteranno una integrazione più efficace tra i prodotti della suite, aspetto comunque già di discreto livello.


Ti consigliamo anche