Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Feather Linux: la distribuzione su penna Usb

Feather Linux è una distribuzione che può essere inclusa in una pen drive Usb da 128 MByte. Ottimo il parco software e eccellente la possibilità di espansione direttamente dal menu della distribuzione.
Feather Linux è una distribuzione che può essere inclusa in una pen drive Usb da 128 MByte. Ottimo il parco software e eccellente la possibilità di espansione direttamente dal menu della distribuzione.
Link copiato negli appunti

Damn Small Linux: Linux da 50 MByte e Knoppix non sono le uniche distribuzioni live presenti. Il panorama è veramente ampio: ad esempio è presente una serie di versioni modificate di Knoppix in base a diversi ambiti di utilizzo. Una di queste è Feather Linux, che nasce con lo scopo di essere una distribuzione talmente piccola da risidere su memoria USB, proprio come Damn Small Linux. A differenza di quest'ultima però deriva dalla distribuzione di Klaus Knopper dalla quale si distingue per diversi aspetti.

La dimensione di Feather Linux è tale da occupare completamente una pen drive USB da 128 MB. In alternativa è comunque possibile mastarizzare l'immagine ISO su CD qualora si preferisse effettuare il boot usando questa periferica. Al suo interno questa distribuzione ha un ambiente più completo rispetto a Damn Small Linux: pur avendo sempre FluxBox (che ho sempre ritenuto essere un ottimo window manager) al suo interno è possibile scegliere tra una gamma diversa di applicazioni.

Ad esempio è presente Abiword, l'ottimo wordprocessor che ha il vantaggio di essere molto più veloce di OpenOffice. Oltre a Firefox è presente anche Thunderbid il client di posta sviluppato dalla Mozilla Foundation. Oltre che Midnight Commander è possibile usare anche Rox-Filer, un altro file manager. Sono inclusi anche una serie di strumenti per la rete come Kismet, Ethereal, Ettercap, Tcpdump. Per gli amanti delle chat è presente anche Gaim, l'instant messenger multiprotocollo.

Ma il vero punto di forza di questa distribuzione è la possibilità di espandere il software incluso in maniera assolutamente semplice. È previsto infatti scaricare e utilizzare alcune applicazioni aggiuntive che per motivo di spazio non è stato possibile inserire all'interno di Feather Linux. Ne è un esempio OpenOffice oppure i plugin Macromedia Flash per Firefox. Tutto questo in maniera estremamente facile utilizzando delle apposite voci all'interno dei menu delle applicazioni.

Inoltre una volta modificata la struttura della distribuzione è possibile salvarne le modifiche su floppy o memoria USB. Tra le altre scelte c'è addirittura la possibilità di creare una propria versione personalizzata di Feather Linux. Oppure, come di solito è possibile fare con le distribuzioni basate su Knoppix, l'utente potrà installarla su hard disk, proprio come qualsiasi altro sistema operativo.

Le possibilità offerte da Feather Linux sono molteplici, vi lasciamo il compito di scoprirle tutte rimandandovi al sito di riferimento.


Ti consigliamo anche