Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Cucinare con le immagini stock

Usare nel modo più efficace nel nostro design le risorse offerte dai siti di immagini e fotografia stock
Usare nel modo più efficace nel nostro design le risorse offerte dai siti di immagini e fotografia stock
Link copiato negli appunti

Questa è la traduzione dell'articolo Cooking With Stock di Jason Beaird pubblicato originariamente su Digital Web Magazine il 9 Settembre 2008. La traduzione viene qui presentata con il consenso dell'editore e dell'autore.

Non è un segreto. Tutti usiamo fotografie e immagini stock nel nostro lavoro quotidiano. Ma allora, perché quasi nessuno ne parla?

Io penso che forse ci vergogniamo un po'. Vogliamo in genere che la gente veda il nostro lavoro come completamente nostro. Quando dobbiamo dire a qualcuno che non abbiamo creato noi quella texture spettacolare e tanto particolare, che non abbiamo scattato noi quella bella foto, è come se ammettessimo di aver imbrogliato nello svolgimento di un test o di un esame. Tutto ciò non ha però senso: in qualità di designer, fa parte del nostro lavoro mettere insieme delle cose e poi creare una composizione che appaia a tutti bella. Allo stesso modo in cui uno chef combina ingredienti diversi per produrre un piatto gustoso, noi dobbiamo combinare elementi grafici in una maniera elegante, appropriata e armoniosa. Scegliere i migliori elementi grafici, anche se non li abbiamo creati noi, è una parte fondamentale della ricetta.

Se è vero che un'immagine vale più di mille parole, allora la scelta del giusto corredo fotografico aggiungerà profondità sia al contenuto sia al design del sito. Scegliere le immagini sbagliate, invece, può sminuire il contenuto, dare false impressioni, rendere il sito anonimo, uno dei tanti. Prima di iniziare a fare un giro sui siti di fotografia stock, quindi, è opportuno avere un'idea di quello che si sta cercando. Perché? Beh, se siete mai entrati affamati in un negozio di gastronomia senza una lista della spesa, conoscete già la risposta. Tutto ci sembra buono!

Evitare gli stereotipi

Proprio come in un negozio di gastronomia, non tutto ciò che vedete su un sito di fotografia stock è un ingrediente buono per un risultato finale degno di un buongustaio. Di gran lunga, il peggiore errore che potete commettere consiste nello scegliere le immagini stock selezionando immagini stereotipate per veicolare un certo messaggio. L'uso della lampadina per esprimere un'idea, le onnipresenti ragazze con gli auricolari per rappresentare il customer service, l'immagine del globo per rappresentare il business internazionale, insomma tutte queste metafore straviste e strausate sono come un bacio della morte per l'originalità del vostro design. E sono pure le immagini che tipicamente i clienti hanno in mente quando sentono parlare di fotografia stock.

Per evitare di incorrere negli stereotipi, provate a farvi queste domande sul concetto, sul prodotto, sulla persona o sul servizio protagonisti del vostro sito:

  1. Qual è l'immagine più rilevante per questo soggetto?
  2. Qual è l'immagine più artistica e interessante che posso immaginare di usare?
  3. Quale sarebbe l'immagine più accattivante per il pubblico tipico del sito?

Per esempio, diciamo che state realizando un sito informativo e per le vendite per una piccola impresa edile. L'immagine fotografica più rilevante per questo tipo di società che costruiscono case potrebbe essere quella di un uomo con in mano il progetto della casa. L'immagine più artistica quella di una bella cucina fotografata in prospettiva o un'interessante vista del processo di costruzione. Infine, quella con più appeal sul pubblico potrebbe essere l'immagine di una famiglia che si gode la nuova casa. Ovviamente, queste immagini sono tutte molto diverse tra di loro, ma dare una risposta alle domande servirà sicuramente a darvi un'idea più certa su quello che state cercando.

Figura 1 - Tipico esempio di immagine stock
screenshot

Pensate ora di essere pronti cercare? Non ancora. A questo punto dovreste dare un'occhiata al sito dei vostri concorrenti. I cliché visivi abbondano nel contesto dei siti di uno specifico settore, ed è probabile che alcune delle vostre idee, come quella dell'uomo con i progetti in mano, potrebbero essere abusate un po' dovunque.

Texture, illustrazioni, icone...

Un altro punto su cui soffermarsi è che i siti di fotografia stock non offrono più solo immagini fotografiche. Sulla maggior parte di questi siti troverete un'ampia varietà di materiali comprese textures, illustrazioni vettoriali, icone, risorse Flash e anche video.

Figura 2 - Esempio di texture stock
screenshot

Tenete presente che potreste avere la necessità di personalizzare queste textures e le illustrazioni prima di usarle per un cliente o per un progetto personale. Certo, potreste mettere insieme un intero design per un sito usando textures, illustrazioni e icone stock non modificate, ma, tornando all'analogia con il cibo, questo è un design che somiglia molto ad un hamburger dozzinale.

La benedizione e la maledizione del Microstock

In che modo la disponibilità di materiale stock è divenuta così ricca e varia? Basta una parola: Microstock.

In un passato non molto lontano, usare immagini stock royalty-free era un'opzione costosa che prevedeva l'acquisto di interi CD di immagini a tema che erano, quasi sempre, inutili. A quel tempo si trattava di un'alternativa accettabile rispetto al dover pagare una somma per l'uso di immagini coperte da copyright e diritti d'autore o rispetto al dover assumere un fotografo per ottenere esattamente le immagini che ci servivano per una campagna pubblicitaria o un progetto commerciale.

Nel 2001 iStockPhoto, che iniziò come una risorsa di materiale free con immagini inviate da fotografi, partì con la rivoluzione del Microstock imponendo il pagamento di una piccola quota per ogni singola immagine e ricompensando i fotografi con una parte di quella quota. I benefici del Microstock sono tutti per l'utente finale piuttosto che del fotografo, così c'è voluto un po' di tempo prima che questo modello divenisse popolare. Quando Getty Images acquistò iStockPhoto nel 2006, divenne evidente che il Microstock era nato per rimanere definitivamente.

Il più grande svantaggio del Microstock è che le immagini e le risorse più popolari tendono a comparire un po' dovunque. Non sono poche le occasioni in cui competitori accesi e diretti in un certo business hanno usato le stesse immagini. L'incidente tra ASUS e MSI è un caso da manuale.

Un altro problema nell'uso di immagini stock è che le immagini più popolari sono spesso le più generiche. Quindi, ci si trova spesso a dover cercare tra decine e decine di immagini prima di trovarne una che sia originale e faccia al caso nostro. Ma, se si superano questi ostacoli, la fotografia stock può davvero diventare la nostra migliore amica.

Stock alla moda

Il modo migliore per imparare come e dove usare immagni stock per il web consiste nel guardare ad esempi reali.

Cercando di qua e di là, troverete più immagini stock sui siti che vendono servizi che su quelli che vendono prodotti. Le aziende che vendono bei prodotti (auto, computer, abbigliamento) mostreranno quasi sempre immagini dei loro prodotti piuttosto che anonime e generiche fotografie. Ha un senso: vogliono mostrarci cosa vendono. Ma se il prodotto non è fotogenico, allora le fotografie stock diventano un'opzione valida. Un'azienda che produce farmaci, per esempio, non andrà certo a mettere sul sito foto di pazienti malati che ingoiano pillole:

Figura 3 - Home page di Pfizer
screenshot

E allora, che tipo di corredo grafico una compagnia come la Pfizer usa per rappresentare il suo brand? Ovviamente persone sorridenti, felici, sane. Diamo un'occhiata a questo ragazzo con un portatile sul loro sito. L'area è un elemento Flash con immagini caricate in modalità casuale, ma posso garantire che la scelta delle immagini non è stata fatta alla leggera. Sono tutte rilevanti rispetto a quanto specificato nella tagline del sito. Potrebbero non essere le immagini che ci si aspetta di trovare sulla home page di un'azienda come questa, ma certamente non colpiscono negativamente la loro immagine pubblica.

Figura 4 - Home page di AT&T
screenshot

Ora diamo un'occhiata a questo sfondo floreale del banner sul sito di AT&T. Potreste non riconoscere questa come un'immagine stock, ma troverete elementi grafici molto simili sulla maggior parte dei siti di stock se cercate qualcosa come "vector flower butterfly". Perché un'azienda come AT&T potrebbe aver scelto un'immagine così? Beh, c'è un interessante contrasto tra le linee fredde del telefono in evidenza e la natura organica di questo sfondo. Lo stile gioioso e illustrativo dell'immagine avrà un suo appeal per i più giovani.

Figura 5 - Home page di Lending Tree
screenshot

Infine, consideriamo la home page di Lending Tree. La foto delle mani che prendono la piccola casa è molto rilevante per una società che presta soldi per mutui e cose del genere. Purtroppo, ho visto davvero tante, troppe, immagini di mani che tengono piccoli oggetti miniaturizzati, così etichetterei questa come un cliché piuttosto scontato. Forse il pubblico tipico del sito non si soffermerà tanto su una cosa del genere e prenderà il tutto come un'intelligente metafora che indica il possesso di una casa.

Risorse

Ecco per finire una lista di siti che io ritengo importanti o che ho usato personalmente.

Servizi basati sui micropagamenti

Servizi con abbonamento

  • Shutterstock
  • Molti servizi basati sui micropagamenti (Fotolia, Dreamstime, iStockPhoto) offrono anche opzioni ad abbonamento.

Risorse gratuite


Ti consigliamo anche