Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Creare presentazioni con Impress

Realizzare presentazioni d'effetto in pochi passaggi con OpenOffice
Realizzare presentazioni d'effetto in pochi passaggi con OpenOffice
Link copiato negli appunti

Le presentazioni multimediali rappresentano un ottimo strumento per proporre in modo efficace contenuti di vario genere, qualitesto, video e audio, con la possibilità di applicare effetti in grado di renderle accattivanti. Impress è il componente di Open Office (diffusa suite open source per ufficio), rivolto alla creazione e alla gestione di presentazioni, il quale si pone in evidenza per le funzionalità avanzate utili anche in ambiti professionali. Offre varie modalità di visualizzazione e personalizzazione per riuscire a soddisfare le più diverse esigenze operative. Sul piano grafico include potenti strumenti di disegno facilmente utilizzabili e un'ampia libreria diclip art 2D e 3D, alle quali sono applicabili piacevoli effetti di animazione. I file generati sono salvabili nel formato OpenDocument (ODF), affermatosi quale standard internazionale in tema di formati "aperti" per la gestione di documenti. Vi è in alternativa la possibilità di salvare le presentazioni nel formato di Microsoft PowerPoint nel caso si debba mantenere la massima compatibilità con Office e in quello Flash (SWF) per agevolare la pubblicazione nel Web. Vediamo ora come si possa, in pochi semplici passaggi, creare una prima presentazione base con Impress.

Procedura guidata Impress

Procedura guidata Impress

All'apertura dell'applicazione viene avviata una procedura guidata la quale consente di assistere l'utente durante la creazione di una presentazione, potendo inizialmente scegliere tra "Presentazione vuota" e "Da modello". Supponiamo di voler partire da un modello predefinito in un ambito lavorativo e di scegliere "Consiglio di strategia" dall'elenco disponibile, potendo anche visualizzarne una comoda anteprima.

Scelta modello di pagina

Scelta modello di pagina

Il passo successivo fa scegliere il tipo di sfondo e il mezzo per la presentazione, scegliendo ad esempio "Blu scuro" e "Originale". Il terzo passaggio permette di inserire un effetto di transizione alle diapositive e di indicare i loro tempi di visualizzazione e pausa.

Scelta effetto di transizione tra le diapositive

Scelta effetto di transizione tra le diapositive

In questo caso si scelgano le voci "Cancella verso destra" e "Predefinito", tenendo di nuovo presente l'utile vista d'anteprima. Il passaggio successivo consente di aggiungere informazioni di carattere personale o professionale, come nome, argomento trattato e idee da rappresentare.

Opzione inserimento informazioni aggiuntive

Opzione inserimento informazioni aggiuntive

Si passa quindi alla finestra di selezione delle slide desiderate, dove in modo predefinito sono già disponibili diverse diapositive e i contenuti riguardanti le sezioni principali, come titolo, panoramica, obiettivo, situazione attuale, sviluppo, alternative e consigli.

Selezione slide da inserire nella presentazione

Selezione slide da inserire nella presentazione

Vi è inoltre la casella di controllo "Crea sommario", la quale può risultare utile per raccogliere ordinatamente le slide. A questo punto si può quindi cliccare il pulsante "Crea" per generare la presentazione vera e propria, la quale viene aperta nella finestra principale di Impress.

Finestra principale Impress

Finestra principale Impress

L'interfaccia grafica si presenta abbastanza familiare per chi abbia già utilizzato software sul genere di PowerPoint, ma anche chi non l'abbia mai utilizzato potrà rapidamente prendere confidenza con i comandi e le opzioni principali. Nella parte superiore si trovano i classici menù a discesa con la barra degli strumenti, nella quale sono disposte le icone associate alle funzionalità utilizzate con maggiore frequenza. Nella parte sinistra vi è l'elenco delle diapositive con vista d'anteprima predefinita e cliccando su una di esse si ottiene il suo ingrandimento nella parte centrale per poterla modificare. La visualizzazione predefinita è quella "Normale" e si può scegliere anche tra "Struttura", "Note", "Stampati" e "Ordine diapositive".

Visualizzazione note utili al relatore

Visualizzazione note utili al relatore

La parte destra contiene i richiami a pagine master per agevolare la preparazione del materiale necessario, al layout con i tipi di formato applicabili alle slide, alla struttura delle tavole con gli stili applicabili, all'animazione personalizzata per cambiare gli effetti di transizione e al cambio diapositiva in relazione a velocità di transizione e suoni da associare. La parte inferiore dell'interfaccia include la barra degli strumenti disegno composta da elementi di vario tipo e il richiamo a "fontwork", strumento per l'applicazione di effetti vivaci ai testi. Per avviare la presentazione si può scegliere la voce "Presentazione" dal menù omonimo o in via breve premere il tasto "F5". Per associare un commento a una slide si può richiamare la voce "Commento" dal menù "Inserisci", opzione utile al relatore, il quale può contare anche sulla scheda "Note", senza visualizzarne il contenuto al pubblico. Gli utenti dotati di maggiore esperienza hanno a disposizione anche la funzionalità avanzata per la creazione di macro, presente nel menù "Strumenti", utile per registrare un insieme di comandi da eseguire sequenzialmente in modo automatico. Nel caso si debba condividere una presentazione in un formato facilmente leggibile anche da chi non abbia a disposizione Impress, torna particolarmente utile l'opzione "Esporta direttamente come file PDF". Una volta creato il documento PDF sarà possibile ad esempio spedirlo con immediatezza via posta elettronica. Impress rappresenta dunque un ottimo strumento gratuito per la creazione, la modifica e la condivisione di presentazioni multimediali, rivelandosi adatto a diverse fasce d'utenza.


Ti consigliamo anche