Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Blog e motori di ricerca

Perché i blog fanno bene ai siti
Perché i blog fanno bene ai siti
Link copiato negli appunti

Molti sanno che cosa sono i blog. Molti sanno che cosa è il Search Engine Marketing (SEM). Pochi sanno che i blog sono un ottimo strumento per fare SEM.

Blog: il sito 'democratico'

Circa due anni fa esplodeva la moda dei blog, abbreviazione di 'web log'. Per i pochi che ancora non sanno che cosa siano, diamo una breve definizione 'funzionale': i blog sono la risposta alle esigenze di essere attivi in Internet senza sapere nulla di HTML, PHP, MYSQL etc, senza sapere come si fa a comprare un dominio internet (e senza spendere un centesimo) o come si fa ad affittare un virtual hosting. Attraverso un blog system, chiunque ha 'diritto' alla propria pagina web, dove può scrivere i propri pensieri, riportare quelli degli altri, visualizzare le proprio foto personali, interagire con gli utenti che visitano il sito, etc.

Di fatto i blog hanno rappresentato una grande possibilità per quei milioni di navigatori che fino a poco tempo prima dovevano rassegnarsi a rimanere degli spettatori passivi del world wide web. È anche vero che tutti si aspettavano un grande successo e proliferare di blog, mentre non è stato proprio così. Solo pochi si sono imposti veramente e sono riusciti ad attrarre un pubblico considerevole. Moltissimi sono rimasti delle pagine poco interessanti, poco aggiornate e poco visitate. Ciò non toglie che i blog 'funzionino' molto bene, soprattutto per quanto riguarda l'indicizzazione nei motori di ricerca. In questo articolo cercheremo allora di analizzare l'utilità e l'efficacia dei blog come strumenti di indicizzazione piuttosto che come semplice web fashion.

Blog e SEM

Di fatto, i blog, per quanto non siano 'esplosi' come ci si aspettava due anni fa, sono ormai milioni in tutto il www. Si parla di più di quattro milioni di blog, che dovrebbero diventare più di 10 milioni nel giro di pochi mesi. La maggior parte degli utenti dei blog ha tra i venticinque e cinquant'anni e li frequenta perché forniscono notizie che altrimenti non sarebbero reperibili.

Come appare quindi chiaro, il blog inteso come pagina personale e intimistica, ha lasciato spazio al blog inteso come sito classico, ovvero come medium per offrire informazioni, che - come è noto - è il materiale più ricercato in assoluto in Internet. Va anche detto che parte del successo dei blog è dato dalla loro interattività: la maggior parte delle piattaforme che ospitano blog permette infatti a qualsiasi utente di inserire i propri commenti e di partecipare attivamente all'attività editoriale del blog stesso. I blog quindi consentono quell'interazione che è invece totalmente assente dai classici portali (verticali o generalisti) dove la fruizione dei contenuti del sito avviene in maniera pressoché identica a quella di qualsiasi mass medium tradizionale.

I blog sono siti 'naturalmente' molto attraenti per i motori di ricerca. Dal momento che sono semplici da pubblicare, essi contengono molto testo frequentemente aggiornato e, dal momento che la maggior parte dei software 'stampa' i documenti caricati in HTML, questi sono leggibili, spiderabili e indicizzabili da tutti i motori di ricerca.

Un blog non è come una home page in cui c'è una index che porta a determinate pagine che vengono saltuariamente aggiornate. Nei blog è tutto più dinamico, le home page stesse vengono aggiornate costantemente e c'è un enorme 'gioco' di link in entrata e in uscita. Come è noto, i motori di ricerca 'amano' le pagine in testo, in HTML statico, ricche di informazioni e costantemente aggiornate. In sostanza, i motori di ricerca 'amano' i blog, li indicizzano molto volentieri e li posizionano bene nelle SERP (Search Engine Result Pages).

I blog fanno bene ai siti

Chiunque amministri un sito web deve quindi essere consapevole del fatto che aggiungere un blog in una sezione del sito stesso, o aprire uno o più blog indipendenti è non tanto un modo per essere 'alla moda' quanto una strategia molto intelligente per ottenere una migliore indicizzazione e un migliore posizionamento sui motori di ricerca.

Prima di attivare un blog bisogna però essere consapevoli del fatto che tutte le caratteristiche positive che abbiamo succitato decadono se non si aggiornano costantemente i contenuti del blog. È vero il fatto che, grazie ai commenti degli utenti, i blog possono essere aggiornati anche senza alcun intervento da parte dell'amministratore, ma è anche vero che, se l'amministratore rimane a lungo inattivo, anche i commenti andranno poi lentamente ma inesorabilmente a scemare e lo scarso aggiornamento delle pagine dei blog provocherà un peggioramento nella sua indicizzazione e posizionamento.


Ti consigliamo anche