Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Aviary, una suite online per l'editing di immagini

Una suite tutta online da usare all'interno del browser per creare, modificare, arricchire le propri immagini e i propri video. Dalla descrizione dell'applicazione all'integrazione con Firefox
Una suite tutta online da usare all'interno del browser per creare, modificare, arricchire le propri immagini e i propri video. Dalla descrizione dell'applicazione all'integrazione con Firefox
Link copiato negli appunti

Gli editor di immagini sono tra le applicazioni web più diffuse. I programmi professionali sono onerosi in termini di risorse hardware ed economiche o sono complessi da usare; Adobe ha lanciato il suo Photoshop.com, un sito per il ritocco di immagini, riassumendo il suo image editor omonimo e fornendo un servizio internet piuttosto interessante, ma limitato quanto a funzionalità gratuite offerte. Anche Picnik si inserisce in questo target, ma l'editing offerto è limitato a funzioni standard, anche se è un valido concorrente di Adobe.

Per ovviare alle carenze dei normali editor online, un'alternativa completa, gratuita e integrata con il browser è offerta da Aviary, una piattaforma online per la realizzazione di screenshot, elaborazione di foto, disegno vettoriale e gestione del colore e degli effetti grafici. Questa webapp offre anche un editor di tracce audio, che non sarà oggetto di questa trattazione.

Figura 1: La pagina di benvenuto
La pagina di benvenuto

Per utilizzare Aviary occore un browser completo di plug-in Flash abilitato, visto che il sito è basato su questa tecnologia; pertanto qualunque estensione del browser che blocchi l'esecuzione di script Flash impedirebbe anche la visualizzazione degli editor di Aviary. È inoltre necessaria una registrazione, che è gratuita e consente di effettuare il login. Dopo questa fase, si può accedere alle singole applicazioni che costituiscono la suite, cliccando sui corrispondenti pulsanti.

Le applicazioni di Aviary

Phoenix Image Editor

Iniziamo con Image Editor, la webapp per creare o correggere le immagini, il prodotto di punta della suite. Cliccando sul relativo pulsante l'applicazione si apre in una nuova finestra del browser: si può scegliere un file in bianco su cui disegnare un'immagine o caricare un'immagine da disco locale; nel primo caso si può scegliere uno sfondo trasparente o uno colorato, nel secondo caso si possono caricare immagini in formato Jpeg o Gif.

Figura 1: Phoenix Image Editor
Phoenix Image Editor

La palette degli strumenti ricorda quella di GIMP e di Paint: minimale, ma completa. Essa offre diversi tipi di selezione, il cursore di spostamento, lo strumento lazo, il pennello, le diverse forme, il testo e lo sfumino. È interessante notare come il pennello sia facilmente personalizzabile negli spessori e nella tipologia, come faremmo con Photoshop o GIMP.

Una volta creata un'immagine o caricato un file da computer locale, è possibile applicare le varie trasformazioni: selezionando un'area o l'intera immagine, si può ruotare, riflettere o trasformare liberamente, grazie a un ampio parco opzioni del menu Edit. Ciò che rende Image Editor di Aviary concorrenziale con i software offline è la possibilità di gestire i livelli, funzionalità apprezzata per la capacità di conservare l'immagine iniziale e dare sfogo alla fantasia attraverso la sovrapposizione di effetti e trattamenti.

La palette dei livelli è pressoché identica a quella di GIMP e Photoshop, e anzi chi ha dimestichezza con questi software non troverà difficile la gestione dei layer con Aviary, giacché anche graficamente le icone delle singole funzioni non si discostano dal prodotto Adobe o da quello open source.

Il menu Filters contiene i filtri principali, giacché ulteriori aggiunte grafiche possono essere effettuate creando degli effetti con la webapp Peacock Effect Editor della suite Aviary. Una volta modificata, l'immagine può essere salvata online: Aviary offre un salvataggio standard e uno personalizzato, in cui settare anche la forma di licensing per l'immagine creata, scegliendo fra:

  • tutti i diritti riservati;
  • una Creative Commons Attribution, con la quale tutti possono usare l'immagine per qualunque scopo, ma linkando l'autore;
  • una Creative Commons Attribution non commerciale, che rispetto alla precedente licenza obbliga a uno sfruttamento non commerciale dell'immagine.

Salvare il file in locale equivale a esportarlo, scegliendo fra diversi formati: Gif, Jpeg, Png e Tiff.

Peacock Effects Editor

Peacock sembra rifarsi un po' Illustrator di Adobe nell'impressione generale, ma questa webapp è incentrata alla produzione di effetti attraverso un sistema di mappatura: i filtri vengono sovrapposti o affiancati uno all'altro generando nuovi pattern e immagini molto elaborate. Il funzionamento di questa applicazione online è più facile da capire attraverso l'uso, che non descrivendola: un canvas subisce modifiche attraverso le differenti mappature che di volta in volta possono essere applicate.

Il meccanismo di tracciatura dei diversi effetti applicati ricorda molto una mappa d'idee, nella quale è sempre annullabile un effetto indesiderato o individuare il collegamento fra i vari effetti.

Figura 3: Peacock Effects Editor
Peacock Effects Editor

Il menu dei pattern è piuttosto ricco e diviso per categorie, l'applicativo nel complesso può essere definito traducendo quanto riportato sul sito, ovvero un laboratorio visuale, nel quale è ora possibile anche il rendering di scene 3D per creare, ad esempio, i terreni e i loro profilo.

È anche interessante visitare la sezione dedicata al lavoro degli utenti: vi si troveranno elaborati grafici realizzati con Peacock, che possono fungere da base per i propri; è anche bene guardare alcuni video dimostrativi di come questi siano stati completati.

Falcon Image Markup

Un'altra applicazione di Aviary consente di creare banner o immagini per il Web attraverso un semplice manipolatore di foto: è possibile inserire del testo da sovrapporre all'immagine, ruotare l'immagine attraverso un correttore di angolazione, applicare ombre e contorni al testo, selezionare un colore dallo sfondo e utilizzarlo per il testo.

Da Aviary Image Markup è sempre disponibile un collegamento all'editor di immagini, di cui abbiamo parlato in apertura di questo contributo; in questo modo sarà più facile apportare modifiche importanti all'immagine. Tornando ad Aviary Image Markup l'immagine può essere salvata sullo spazio hosting di Aviary: verrà generato un link per includerla nei siti web o sui blog, sarà sempre possibile esportarla per il salvataggio in locale o inviarla con un semplice collegamento via posta elettronica.

Figura 4: Falcon Image Markup
Falcon Image Markup

Raven Vector Editor

Per completare il quadro dei formati editabili con Aviary e quello delle possibilità di creazione offerte da questa piattaforma, non manca un editor di disegno vettoriale. L'ambiente è analogo agli altri editor già visti, ma il risultato sono immagini esportabili in formato Svg, Bmp, Eps; anche in Raven si lavora coi livelli e ciò consente di gestire sfondi e immagini in primo piano indipendentemente l'una dall'altra e scegliendo la posizione dei piani dominanti.

Figura 5: Raven Vector Editor
Raven Vector Editor

La barra degli strumenti è semplice e intuitiva, e come per gli altri tool visti finora, anche in Raven è possibile importare immagini direttamente dai siti web più gettonati: Flickr, Picasa, Facebook e la stessa galleria di Aviary.

Toucan Colour Editor

Toucan è una sorta di manipolatore di colori: consente di creare il proprio pantone, trattando direttamente un insieme di colori o attingendoli da un'immagine che è sempre possibile caricare da computer locale o attingerla dal Web.

Figura 6: Toucan Colour Editor
Toucan Colour Editor

Queste creazioni sono molto utili per il web design: una vasta scelta fra le combinazioni di colore create dagli altri utenti consentono di avere una base sulla quale miscelare la propria tavolozza.

Integrazione con il browser: add-on e screenshot

Una delle caratteristiche migliori della piattaforma online Aviary è l'integrazione con il browser di Mozilla (e quindi anche con Flock): grazie a Talon, un add-on che si può scaricare dal repository delle estensioni di Firefox, verrà aggiunto al browser un menu completo per effettuare screenshot navigando il Web e per inviare le immagini catturate al sito Aviary per la manipolazione.

Dopo l'installazione dell'estensione e successivo riavvio del browser, entriamo negli add-on installati e procediamo alla prima impostazione di Talon: nelle preferenze di questa estensione, stabiliamo dove vogliamo che compaia il menu di Aviary, quale parte dello schermo si preferisce sia catturata di default, e in quale applicazione Aviary preferiamo effettuare l'editing dello screenshot.

In seguito potremo sempre modificare le preferenze, o usare delle diverse impostazioni accedendo direttamente dal menu Aviary dalla toolbar del browser.

Con Talon, abbiamo anche un menu da tasto destro del mouse, che possiamo utilizzare per l'editing di immagini che troviamo nel Web. Posizionando il cursore sull'immagine e cliccando con il tasto destro del mouse avremo due voci nel menu contestuale: Edit this image e Take screenshot. Con la prima possiamo decidere di importare l'immagine in una delle applicazioni Aviary e manipolarla; con la seconda opzione possiamo effettuare lo screenshot dell'immagine o della videata, scegliendo una diversa estensione dell'area catturata.

Conclusioni

Aviary è una suite davvero completa; la comunità che ruota intorno a questo progetto è piuttosto attiva, ha dato vita a un animato forum e molte creazioni sono online e sfruttabili per i propri lavori. Tuttavia, alcune webapp non sono semplicissime da usare: è quindi consigliabile dare uno sguardo agli oltre 70 tutorial che vengono offerti sul sito ufficiale, accanto alla documentazione di rito (FAQ, video e manuali).

Questa web application è completata da un audio editor, recentemente introdotto e spiegato a video; resta il fatto che si tratta ancora di una suite in versione beta: pertanto tutti i feedback possono contribuire al suo miglioramento.


Ti consigliamo anche