Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Ascoltare musica gratis online: 6 applicazioni web

Sei applicazioni Web che permettono di ascoltare musica (anche italiana) gratuitamente direttamente dal proprio browser
Sei applicazioni Web che permettono di ascoltare musica (anche italiana) gratuitamente direttamente dal proprio browser
Link copiato negli appunti

Nello storicamente complesso rapporto tra Internet e la musica le applicazioni online non stanno certo a guardare, o forse in questo caso dovremmo dire "ad ascoltare". Dopo aver visto i servizi che permettono di ascoltare la propria musica in streaming, vediamone altri che invece mettono essi stessi a disposizione musica da sentire, e sfruttano in più le potenzialità dei social network, sia per condividere le proprie selezioni, sia in alcuni casi per ricevere suggerimenti.

Grooveshark

Grooveshark è un servizio che permette sia l'ascolto di musica scelta utilizzando il modulo di ricerca, sia di brani selezionati automaticamente dal sito, in pratica delle radio tematiche basate su diversi generi musicali, che trasmettono in continuazione.

Figura 1. Grooveshark (click per ingrandire)

Grooveshark

La particolarità è che anche quando la funzione radio è accesa si possono continuare a inserire brani provenienti dalla ricerca. La successione viene proposta nella barra inferiore, dove le singole tracce possono essere spostate semplicemente trascinandole con il mouse.

Il sito funziona anche senza registrazione, ma facendolo si possono attivare alcune funzioni, come la possibilità di salvare le canzoni preferite, le playlist, e chiaramente la parte sociale: gli altri utenti possono infatti essere seguiti per restare aggiornati sui brani che ascoltano. Ha anche un'applicazione per iPhone (con jailbreak).

Last.fm

Con Last.fm abbiamo un sito di ascolto e promozione di musica che può vantare un gran numero di utenti registrati . Tutto il sistema è incentrato sui consigli che vengono forniti automaticamente in base al proprio profilo e a ciò che si sta ascoltando.

Figura 2. Last Fm (click per ingrandire)
Figura 2: Last Fm

Si può anche scaricare un programmino, uno scrobbler, per aggiungere al profilo la musica che si ascolta offline sul proprio computer. Il sito dispone anche di una sezione Eventi che consente di avere informazioni sui concerti in programma per determinati artisti.

Nella versione gratuita ci sono dei limiti all'ascolto di musica fissato a 50 brani, dopo bisogna acquistare un abbonamento a 3 euro mensili per sbloccare il sito e poterlo utilizzare in maniera completa. Ha anche un'applicazione per iPhone.

Jango

Jango propone una serie di radio da poter ascoltare. Appena registrati la musica parte subito. L'interfaccia può sembrare un po' confusa e non chiarissima, ma il principio è semplice. Si può cominciare creando una radio con il menu di sinistra, inserendo il nome di un gruppo o un cantante.

Figura 3: Jango
(clic per ingrandire)

Figura 3: Jango

All'interno di ciascuna radio si può poi andare su Finetune Station per vedere altre proposte simili, con i nomi più o meno grandi a seconda di quanto vengono passati. Cliccando su un nome si può aumentare la frequenza di ascolto.

Più in generale, quando si ascolta una radio si può approvare o disapprovare quell'artista o canzone, andando sul pollice in alto o in basso. Più giù ci sono le informazioni sul cantante o gruppo in questione (Artist Bio), la lista di altri utenti che stanno ascoltando la stessa radio (Listeners) e i cantanti simili (Similars), da aggiungere eventualmente alla radio (se è stata creata da noi).

C'è anche una sezione Music, parzialmente slegata dalle radio perché in questo caso ci sono brani singoli che si "appoggiano" su YouTube per l'ascolto. Da qui si possono comunque inserire i gruppi in una delle stazioni create.

Rockola

Anche Rockola si presenta come un insieme di radio musicali, ma ci introduce ad un altro tipo di servizio. Qui infatti siamo di fronte a un motore di ricerca che potremmo definire umorale. Rockola offre infatti la possibilità di scegliere la musica in base a come ci si sente.

Figura 4: Rockola
(clic per ingrandire)

Figura 4: Rockola

Nell'area centrale del sito c'è un cerchio con diverse gradazioni di colore, a seconda del proprio umore. Il sito è in spagnolo, ma i diversi stati d'animo sono abbastanza chiari. Basta cliccarci dentro per far partire una selezione di brani legata a quel sentimento.

Subito a sinistra si può selezionare la lingua delle canzoni (spagnolo e/o anche tutte le altre), e sulla destra l'intervallo temporale da tenere in considerazione, diviso in decenni.

Dopo che parte una canzone si può cliccare su Me gusta per aumentare la frequenza di ascolto di quel brano. O ancora, lo si può assegnare a una radio personale, che poi resta salvata nelle mis emisoras (mie emittenti), andando sul cuoricino nella barra superiore. Anche Rockola è disponibile su iPhone.

Stereomood

Come il precedente servizio, anche stereomood appartiene alla categoria delle radio umorali. In qesto caso ci sono delle parole chiave che indicano uno stato d'animo o quello che si sta facendo in quel momento. Cliccandoci, parte un brano legato a quello stato.

Figura 5: stereomood
(clic per ingrandire)

Figura 5: stereomood

Quando la musica inizia, si ha in alto un pannello con i comandi tipici per fermarla, andare avanti o indietro eccetera. In basso la lista delle canzoni. Andando sul "+" accanto al titolo, oltre a farla partire la si può aggiungere a una playlist esistente o da creare.

Nella stessa pagina, nel menu di sinistra vengono proposti altri stati d'animo affini, che si possono ovviamente cliccare per continuare l'esplorazione della musica. C'è anche su iPhone.

Vye Music

Vye Music è sia un sito per l'ascolto che una radio. In questo caso le canzoni sono in realtà dei link a video su YouTube, che continuano a essere visibili in basso a destra, e anzi si possono anche ingrandire a tutto schermo. Questo però potrebbe dare qualche problema, nel senso che in alcuni casi può partire una versione live, o con una piccola introduzione.

Figura 6: Vye Music
(clic per ingrandire)

Figura 6: Vye Music

Il punto di partenza è la ricerca, che avviene nell'area centrale. Dopo, molto semplicemente si clicca su un brano per farlo partire. C'è anche una radio, che in sostanza propone una selezione casuale di brani simili partendo dal primo nome che si inserisce nella ricerca.

Il sito funziona anche senza registrazione. L'accesso può comunque avvenire tramite il proprio account su Facebook, anche se una vera e propria area "social" al momento non c'è ancora, ma cliccando sull'apposito pulsante viene data per imminente.


Ti consigliamo anche