Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Lavori ben pagati: i più redditizi in Italia 2022 (guida agli stipendi)

Guida ai lavori meglio pagati in Italia: cosa studiare e come orientarsi per uno stipendio elevato e soddisfacente.
Guida ai lavori meglio pagati in Italia: cosa studiare e come orientarsi per uno stipendio elevato e soddisfacente.
Link copiato negli appunti

Quali sono i lavori più pagati e che è quindi consigliabile svolgere per guadagnare molto?

Sapere quale potrebbe essere un lavoro in grado di garantire un ottimo stipendio è un buon punto di partenza se si è appena conseguita la laurea e si è indecisi sulle direzioni da prendere per fare carriera.

Di lavori redditizi oggi ce ne sono diversi, come vedremo in questa guida, ma bisogna sempre tenere a mente che lo stipendio sarà più alto anche in modo proporzionale all’esperienza che si riuscirà a maturare negli anni.

Vediamo quali sono i lavori meglio pagati oggi in Italia.

Le potenzialità del digital: i lavori più redditizi nel digitale

Il digital è la nuova frontiera del mondo del lavoro: non è un caso se nell’ultimo decennio sono nate tante specializzazioni in quest’ambito. Alcune figure professionali in particolare rientrano oggi tra i lavori più remunerativi non soltanto in Italia, ma in tutto il mondo.

Analizziamoli nel dettaglio, così da capire meglio di cosa si occupano i professionisti che operano nel digitale e quali sono le loro skill.

Sviluppatore

Lo sviluppatore web rientra tra i lavori ben pagati che è possibile svolgere oggi. Conosciuto anche come web developer, è una delle figure più importanti nel settore dell’informatica.

Il suo compito è quello di progettare, creare e gestire applicazioni e siti web usando differenti linguaggi di programmazione. Il suo lavoro finale si materializza sotto forma di app e pagine web.

Ecco quali sono i compiti dello sviluppatore:

  • programmare il codice sorgente;
  • creare l’interfaccia utente di un sito;
  • implementare i CMS (Sistemi di gestione dei contenuti);
  • implementare i sistemi per la protezione dei dati.

Lo sviluppatore è principalmente un esperto di linguaggi di programmazione ma, specializzandosi, potrebbe offrire maggiori competenze in altri campi.

sviluppatore web

Questa professione si divide infatti in due diversi rami, ossia:

  • Front-end developer: il suo compito riguarda lo sviluppo di quella parte di sito Web che sarà visibile agli utenti. I linguaggi che usa sono CSS e HTML, attraverso i quali implementa una pagina web o un’app dal punto di vista del design e codifica gli elementi visivi. Spesso collabora con lo UX/UI designer per la progettazione dell’interfaccia utente e delle pagine.
  • Back-end developer: si occupa esclusivamente del funzionamento "dietro le quinte" del sito vero e proprio. Attraverso specifici linguaggi di programmazione codifica l’architettura di un sito, gli script e le API che gestiscono la loro integrazione con altri servizi.

Oltre a queste due categorie di sviluppatore c'è anche il full stack developer, che è in possesso di entrambe le tipologie di competenze necessarie. Il full stack infatti sviluppa, testa e distribuisce app e siti web a iniziare dalla struttura dell’interfaccia e dalla corretta architettura dei dati inerenti alla navigazione.

A chi desidera diventare sviluppatore web consigliamo di frequentare i corsi HTML.it pensato proprio per questo profilo professionale, il cui stipendio annuo si aggira intorno ai 33.000 euro.

Digital marketer

Negli ultimi anni sono emerse diverse professioni digitali interessanti e quella del digital marketer è forse la più "fluida" e versatile di tutte, oltre a essere una delle più redditizie.

I digital marketer sono responsabili della definizione della strategia digitale di un'azienda e del suo sviluppo olistico. In altre parole, uno specialista di digital marketing analizza il core business aziendale e identifica la comunicazione, le azioni da intraprendere e i canali digitali da sfruttare per raggiungere degli obiettivi stabiliti.

Un digital marketer può essere considerato un manager con forti competenze digitali e un evidente orientamento alle vendite, che mette in atto un insieme di strategie che mirano ad acquisire un maggior numero di clienti. Un esperto di marketing digitale ha alcuni obiettivi in comune al sales, ma li raggiunge in modo diverso.

In primo luogo studia l'attività dell'azienda, poi analizza i vari canali online a disposizione (sito web, social network, newsletter e altro) e il pubblico di riferimento. Dopo aver compreso il grado di digitalizzazione di un'azienda e le potenzialità del business all'interno del mercato, sviluppa strategie e piani d'azione mirati, con lo scopo di ottimizzare e aumentare le conversioni online.

Come accennato in precedenza, questo lavoro è pagato molto bene e permette di ottenere uno stipendio invidiabile: uno specialista in digital marketing può infatti arrivare a guadagnare molto, ossia fino a 35.000 euro all’anno.

Web Designer

Anche le offerte di lavoro per web designer sono solitamente tra quelle che offrono gli stipendi più alti.

Il web designer è una figura professionale che progetta e realizza siti web. La sua responsabilità, però, va ben oltre l'aspetto estetico di un sito o un'app web: un professionista in web design deve infatti occuparsi anche di alcune funzionalità tecniche del sito.

Quando progetta un sito web, il web designer deve necessariamente partire dalle esigenze dei clienti (aziende, istituzioni, professionisti o organizzazioni che desiderano avere un proprio sito per vendere prodotti o servizi o per promuovere iniziative).

Dopo aver determinato il budget, le funzionalità necessarie, i contenuti e il pubblico di riferimento, il web designer sviluppa l'architettura del sito e crea la struttura del sitemap, organizzando le informazioni in maniera logica. Pulsanti, menu a tendina, caselle di ricerca, link, icone, barre di scorrimento laterali e altri elementi grafici che consentono agli utenti di interagire con il sito e i suoi contenuti sono tutte sue creazioni.

Il lavoro di un web designer deve concentrarsi quindi su due aspetti cruciali: grafica e usabilità.

web designer

La grafica delle pagine web è una caratteristica fondamentale: un'interfaccia accattivante e ben progettata attira l'attenzione degli utenti e li spinge a continuare la navigazione. Colori, font del testo, immagini, layout e tutto il resto devono essere concepiti pensando al pubblico target e allo scopo del sito in questione. Allo stesso tempo, è bene curare nel minimo dettaglio l'esperienza dell'utente su siti e web app, come abbiamo spiegato nella nostra guida sull'usabilità.

Passando alla retribuzione, il guadagno annuo di un web designer si aggira sui 28.000 euro.

Poiché un bravo web designer dovrebbe possedere delle ottime basi di programmazione front-end, può essere utile frequentare un corso come quello di HTML.it per imparare a creare siti web con particolare attenzione all’interfaccia utente.

*Paghi solo quando trovi lavoro

Data Analyst

Un altro lavoro grazie al quale è possibile ottenere uno stipendio alto è il data analyst, ossia un professionista che analizza e aggrega i dati per aiutare le aziende a costruire nuovi modelli di business e a diventare più competitivo sul mercato di riferimento.

La sua attenzione si estende quindi a tutte le unità aziendali per trasformare i dati in informazioni facilmente comprensibili. Il data analyst organizza e struttura i dati presi da diverse fonti, analizzandoli nel dettaglio per produrre informazioni aziendali utili per il miglioramento e l'evoluzione del business.

Il suo lavoro è necessario anche per la verifica di ipotesi e teorie adottate per riuscire ad assicurarsi un vantaggio competitivo e, più in generale, per prendere decisioni data-driven per il management.

Nelle aziende associate al mondo del Business Intelligence, gli analisti dei dati trascorrono in genere gran parte del loro tempo utilizzando strumenti come database relazionali e Microsoft Excel per rispondere a specifiche esigenze aziendali tramite l'estrazione e l'analisi tradizionale. In molti casi, creano e aggiornano anche i report, spesso utilizzando uno o più pacchetti software per la visualizzazione dei dati.

In un contesto più evoluto in termini di data analytics, il data analyst diventa una figura che conduce analisi esplorative di enormi quantità di dati e implementa complessi modelli statistici e algoritmi di apprendimento automatico.

In effetti, le fonti dei dati da elaborare sono molto diverse, tra cui software di gestione, database interni, dati provenienti da fonti esterne, web analytics, transazioni finanziarie, sensori ambientali e social media.

Il guadagno annuo di un data analyst è piuttosto alto: circa 32.000 euro.

SEO specialist

Il SEO Specialist si occupa dell'ottimizzazione di un sito web, in modo che questo venga valorizzato da Google o da altri motori di ricerca. Lo specialista SEO interviene sia lato on-page che off-page, al fine di migliorarne la presenza all'interno dei risultati di ricerca.

Per le aziende e le organizzazioni di ogni tipo oggi è fondamentale che le loro pagine appaiano in cima alla SERP (Search Engine Results Page). Avere un posizionamento poco efficace, infatti, significa essere praticamente invisibili per gli utenti che cercano una risposta per le loro necessità.

Una buona attività SEO ha degli effetti positivi su diversi fronti, in particolar modo sulla riconoscibilità del brand, sulla qualità del traffico in entrata e, di conseguenza, sulle conversioni.

Ogni motore di ricerca utilizza un proprio algoritmo (fattore di ranking SEO), che tiene conto di determinati fattori per valutare le pagine web e assegnare loro una posizione nelle SERP. I più noti e importanti sono, per esempio, la velocità del sito web, l'accessibilità per i dispositivi mobili, il numero di backlink e la qualità dei contenuti.

Per quanto riguarda il guadagno, un SEO specialist ha uno stipendio annuo piuttosto alto: parliamo infatti di circa 33.000 euro.

E-commerce manager

Un e-commerce manager è un professionista che supervisiona il reparto vendite online di un’azienda. Poiché gli acquisti online sono cresciuti in maniera esponenziale negli ultimi anni, l'importanza di questa figura professionale è tale da assicurare in genere uno stipendio molto alto.

Si tratta infatti di un vero e proprio specialista del commercio elettronico, chiamato a prendere decisioni in merito alla piattaforma web e allo sviluppo di strategie di marketing che possano far crescere il business.

ecommerce manager

Ecco quali sono le sue esatte mansioni:

  • progettare, realizzare e manutenere il sito web, in collaborazione con il web designer;
  • supervisionare la divisione e-commerce (soprattutto nel caso di grandi aziende);
  • pianificare le spese di e-marketing anticipatamente e sviluppare un adeguato piano finanziario in modo che le risorse vengano massimizzate;
  • aggiornarsi costantemente sulle innovazioni nel mondo dell'email marketing, esplorare il modo migliore per raggiungere i gruppi demografici chiave e gli utenti dell'azienda al fine di massimizzare il traffico dei motori di ricerca e la pubblicità mirata per le aziende.

Per un e-commerce manager solitamente il guadagno annuo è di 45.000 euro.

Social Media Manager

Tra i lavori più pagati in Italia troviamo anche il social media manager (spesso abbreviato in SMM), figura professionale che si occupa di gestire i profili social di un'azienda.

Il lavoro del social media manager non è direttamente legato ai profitti (a meno che il social in questione non integri anche delle funzionalità simili a quelle di e-commerce), ma consente di ampliare e far crescere il business grazie alla visibilità e al coinvolgimento diretto dei potenziali clienti.

Le sue mansioni possono riguardare:

  • community management;
  • brand awareness e protection;
  • social advertising;
  • personal branding.

Da tutto questo si evince che un social media manager deve avere una conoscenza profonda del settore marketing per riuscire a ideare strategie efficaci su tutte le piattaforme social significative per il business. Il SMM deve essere anche capace di interpretare i risultati con approccio data driven.

Lo stipendio annuo medio per un social media manager non è tra i più alti della lista ma comunque apprezzabile: circa 26.000 euro.

Altri lavori o settori professionali ben pagati

I lavori più pagati in Italia non sono soltanto quelli approfonditi finora: esistono anche altri mestieri che possono far ottenere una retribuzione interessante.

Ne è un esempio il growth hacker, una figura professionale ibrida che si occupa di marketing, programmazione e design. Nello specifico, il growth hacker progetta e applica strategie per far crescere l’azienda per cui lavora.

Tra le sue competenze, oltre alla programmazione, troviamo: content marketing, e-mail marketing, social media marketing e analisi dei dati. Insomma, un mix di diverse competenze, che spiega pienamente perché è uno dei lavori attualmente meglio pagati (circa 27.000 euro all’anno).

Tra i lavori più remunerativi c'è anche l'affiliate marketing manager, il quale si occupa di gestire gli affiliati coordinando tutti i loro database e siti web. Ottimizzando le campagne pubblicitarie e sfruttando i canali di marketing per aumentare le conversioni dei prodotti o dei servizi affiliati, riesce a far crescere le aziende dal punto di vista del business. Il suo guadagno annuo è tra i più alti: circa 37.000 euro.

Infine, tra le professioni più remunerative troviamo una particolare tipologia di esperto informatico: il programmatore Java, che utilizza il linguaggio Java per sviluppare e gestire software, librerie e strumenti che verranno poi usati da altri sviluppatori. Siccome la domanda di professionisti di questo genere in Italia è elevata, non deve sorprendere che un programmatore Java riceva uno stipendio medio-alto, pari a circa 31.000 euro all’anno.

Un lavoro di questo tipo, come quelli di cui parleremo più avanti, non necessita di un titolo di studio accademico: basta infatti frequentare un corso approfondito di stampo pratico come quello di HTML.it per cominciare a lavorare sin da subito in questo settore.

Lavori ben pagati senza una laurea

Non c'è dubbio che l'economia sia cambiata nell'ultimo decennio, rivoluzionando anche le professioni, che hanno preso immancabilmente la via del digitale.

Come accennato, i lavori più pagati che è possibile svolgere nel settore digitale sono numerosi, e il più delle volte sono accessibili anche partendo da zero, dunque anche senza laurea. Il mercato delle tecnologie digitali negli ultimi anni è infatti quello con il maggior numero di lavori che possono essere svolti anche se non si è in possesso di una laurea o di un diploma; non è un caso se mestieri di questo tipo sono i più gettonati tra i giovani alla ricerca di lavoro.

L'inserimento nel mondo del lavoro è pressoché immediato: una volta acquisite le competenze specifiche necessarie, infatti, grazie a professioni come quelle descritte è possibile ottenere una retribuzione interessante già in partenza e anche senza avere alle spalle una laurea.

Oltre a quelle già citate, professioni come E-commerce project manager, web marketing manager, real time bidding manager, SEM specialist e programmatic manager, tanto per citarne alcune, sono annoverate tra quelle con lo stipendio più alto e che non richiedono una laurea nel settore.

Dopo aver frequentato dei corsi professionalizzanti come quelli di HTML.it per esempio, pensati per fare pratica sin da subito e cominciare a lavorare a pochi mesi dall'inizio della formazione, chiunque può svolgere un lavoro tra quelli più pagati nel settore digitale.

*Paghi solo quando trovi lavoro

Conclusioni

In questo approfondimento abbiamo visto quali sono i lavori più pagati del momento in Italia, concentrandoci in particolar modo sul settore digitale. Non richiedendo particolari titoli di studio, professioni di questo tipo consentono a chiunque di dare il via a una carriera lavorativa piena di soddisfazioni.

Naturalmente sarà necessario puntare il più possibile sulla formazione, e a tal proposito dei corsi pratici come quelli proposti da HTML.it offrono un ottimo trampolino di lancio per intraprendere un percorso professionale di alto livello.

Domande frequenti sui lavori ben pagati

Qual è il lavoro più pagato senza diploma?

Tra i diversi mestieri visti nella nostra guida, quello più pagato e che al tempo stesso non richiede il possesso di un diploma o di una laurea è l’e-commerce manager (circa

Quali sono i 5 lavori più pagati?

I 5 lavori più pagati in assoluto Italia sono relativi al settore amministrativo-finanziario, medico e farmaceutico.

A seguire troviamo numerose professioni digitali che non richiedono obbligatoriamente un percorso accademico, come l’e-commerce manager, lo sviluppatore e l’esperto di marketing digitale.

Qual è il lavoro in cui si guadagna di più?

Il lavoro che fa guadagnare di più in Italia è il notaio (circa 265mila euro all’anno). Tra i lavori meno tradizionali ma che rientrano tra i più redditizi, invece, troviamo quelli relativi al settore IT e marketing.

Chi guadagna 10.000 euro al mese?

In Italia può arrivare a un guadagno di 10.000 euro al mese un notaio, un avvocato, un magistrato, un farmacista, un architetto o un ingegnere.

Professioni di questo tipo, però, prevedono un percorso accademico anche molto articolato. Come abbiamo visto nella nostra guida, invece, per lavorare in ambito digitale non è obbligatorio essere in possesso di un diploma o una laurea nel settore.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.