I Custom Field di WordPress

23 novembre 2016

WordPress permette di assegnare metadati ai contenuti del sito (post, pagine e custom post type). Per metadati si intendono dati che abbiano una relazione logica con il contenuto principale dell’articolo o della pagina, senza però far parte del contenuto stesso.

Quando si tratta dei post di un blog, i metadati possono avere le funzioni più diverse, sempre dipendenti dal contenuto del post. Quando il contenuto ha una rilevanza geografica, ad esempio, i metadati possono essere una coppia di coordinate geografiche; quando il contenuto ha una rilevanza temporale, i metadati possono essere delle date di riferimento, ecc. I metadati possono anche essere utilizzati per impostare dei flag che influenzano rilevanza e visualizzazione degli articoli.

Qualunque sia la funzione che si assegni ad essi, WordPress non ne consente la visualizzazione immediata nelle pagine. L’amministratore dovrà modificare il template che genera la pagina interessata (o creare un template indipendente) utilizzando le funzioni della Plugin API o istallando un plugin ad-hoc.

I meta dati di WordPress sono definiti Custom Field (Campi personalizzati nella versione italiana), e vengono gestiti e archiviati nel database come coppie meta_key/meta_value all’interno della tabella wp_postmeta.

Figura 1. Tabella wp_postmeta del database.

Tabella wp_postmeta

Le chiavi (meta_key) possono essere utilizzate più volte per lo stesso post. In questo caso, il valore del custom field viene gestito come array PHP.

Come utilizzare i Custom Field

Per la gestione dei campi personalizzati, la pagina di modifica dei post di WordPress fornisce un box che può essere nascosto o visualizzato spuntando il corrispondente checkbox nelle opzioni dello schermo disponibili in alto nella pagina di editing:

Figura 2. Opzioni dello schermo.

Opzioni dello schermo

Si tratta di un box di inserimento al cui interno sono disponibili un menu a tendina, che fornisce l’elenco delle chiavi già disponibili, e un’area di testo per inserirne i valori.

Figura 3. Meta Box dei campi personalizzati.

Meta Box dei campi personalizzati

Se la chiave non è presente nell’elenco, sarà possibile creare una nuova meta_key cliccando sul link Aggiungi Nuovo (“Enter New”).

Figura 4. Inserimento Custom Field.

Meta Box dei campi personalizzati

Una volta aggiunto il custom field sarà accodato all’elenco e l’autore del post potrà continuare con l’acquisizione di nuovi campi.

Figura 5. Parametri del Custom Field.

Meta Box dei campi personalizzati

Gestione avanzata dei Custom Field

Il box predefinito dei custom field è essenziale e si limita a fornire la possibilità di inserire coppie chiave/valore. WordPress permette sia agli sviluppatori che agli utenti di creare box avanzati composti da campi e controlli di form con cui generare box personalizzati, definiti Custom Meta Box, al cui interno possono essere inseriti campi di form e controlli avanzati, arricchiti dalle funzionalità di librerie JavaScript come jQuery.

Sebbene non presenti nelle istallazioni base, queste funzionalità non sono riservate solo agli sviluppatori. I comuni utenti potranno beneficiare appieno delle opportunità offerte dai campi personalizzati grazie ai numerosi plugin disponibili anche gratuitamente. Uno dei più popolari è Advanced Custom Fields, il quale permette di generare un numero arbitrario di meta box in cui inserire campi e controlli avanzati. Il plugin sarà analizzato nel dettaglio in un prossimo capitolo.

La visualizzazione dei Custom Field

Come anticipato, WordPress non permette l’immediata visualizzazione dei dati acquisiti. Per questo bisogna ricorrere alle funzioni dell’API e modificare i template che generano le pagine singole o di archivio.

La Plugin API di WordPress fornisce diverse funzioni utili alla visualizzazione dei custom field nel front-end, come la funzione the_meta(), che genera un output simile al seguente blocco HTML:

<ul class='post-meta'>
<li><span class='post-meta-key'>your_key:</span> your_value</li>
</ul>

Questa funzione produce un elenco di tutti i custom field associati ad uno specifico post. Per la visualizzazione di singoli custom field, l’API fornisce la funzione get_post_meta(). Per un’analisi più approfondita, si legga il capitolo dedicato ai custom field della Guida ai temi di WordPress.

Anche per la visualizzazione dei custom field non è necessario essere sviluppatori. Più avanti vedremo come inserire i meta dati all’interno delle pagine di WordPress dalla pagina di modifica dei post grazie agli shortcode del plugin Advanced Custom Fields.

Tutte le lezioni

1 ... 11 12 13 ... 88

Se vuoi aggiornamenti su I Custom Field di WordPress inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
Tags: ,
 
X
Se vuoi aggiornamenti su I Custom Field di WordPress

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy