Scrittura a china

15 ottobre 2015

Lo strumento Pennino di Inkscape simula la scrittura a china, un tipo di scrittura molto elegante, che si può utilizzare per creare testi elaborati e decorativi.

Questo strumento, ovviamente, offre un migliore risultato se utilizzato con la tavoletta e la penna grafica: questo perché è più facile simulare un movimento fluido della mano. La differenza tra penna grafica e mouse, oltre alla diversa manualità, risiede soprattutto nella possibilità di poter regolare la pressione del tratto. È comunque possibile usare il comune puntatore, basterà avere una mano ferma e avere chiaro in mente il tipo di calligrafia che si desidera ottenere, ad esempio la scritta mostrata in Figura 1.

Figura 1. Pennino in calligrafia (click per ingrandire)

Pennino in calligrafia

Lo strumento Pennino si trova nel pannello degli trumenti, a esso sono associate un numero di opzioni calligrafiche selezionabili nella barra delle impostazioni strumenti, come illustrato in Figura 2.

Figura 2. Opzioni calligrafiche (click per ingrandire)

Opzioni calligrafiche

La particolarità dei segni realizzati con il pennino è che i tratti rimangono a tutti gli effetti elementi vettoriali. Nel caso di una scritta, composta da più lettere ed elementi decorativi come in Figura 1, gli elementi sono selezionabili singolarmente.

Ciò è utile nel procedimento lavorativo nel caso la forma di un elemento singolo non ci soddisfi, quindi per correggere solo la parte sgradita senza dover ricreare la scritta ex novo. Per avvalorare la possibilità di modificare un elemento separatamente dagli altri, bisognerà fare attenzione a staccare il mouse dal foglio ogni volta che si completerà ciascuna forma. Nello specifico, possiamo verificare in Figura 3 come gli elementi siano scomponibili.

Figura 3. Scomposizione degli elementi decorativi (click per ingrandire)

Scomposizione degli elementi decorativi

Vediamo ora le opzioni relative allo strumento pennino:

  • Larghezza: determina lo spessore del tratto del pennino;
  • Diradamento: stabilisce quanto lo spessore del tratto si ingrossi o si assottigli a seconda dalla velocità di tracciamento, dove 0 indica l’assenza di diradamento;
  • Angolo e Incidenza: gestiscono l’angolazione della penna rispetto all’asse orizzontale o rispetto al tracciato;
  • Estremi: determina l’arrotondamento degli estremi del tracciato, che si arrotondano quanto più alto è il valore numerico impostato;
  • Tremore e Ondulazione: stabiliscono la frastagliatura del tracciato;
  • Inerzia: determina quanto il tracciato si trattiene dopo aver sollevato il mouse dal foglio.

Alcuni esempi delle opzioni appena illustrate sono mostrate in Figura 4.

Figura 4. Opzioni dello strumento pennino (click per ingrandire)

Opzioni dello strumento pennino

Gli elementi disegnati con lo il pennino sono tracciati a tutti gli effetti, quindi possono essere modificati agilmente utilizzando lo strumento Modifica Tracciati e Nodi. Per farlo, selezioniamo lo strumento Modifica Tracciati e Nodi dalla palette e osserviamo come, cliccando sui nostri elementi, questi rendano evidenti tutti i nodi di cui sono composti, come illustrato in Figura 5.

Figura 5. Nodi che compongono il tracciato (click per ingrandire)

Nodi che compongono il tracciato

Per sistemare la forma della lettera “o”, ad esempio, basterà andare ad agire sui nodi che la compongono, selezionandoli uno per uno e spostandoli. Questo è davvero utile, soprattutto perché disegnando a mano con lo strumento pennino, per quanto la nostra grafia sia ferma, non sempre le forme risultano perfette. Come possiamo vedere in Figura 6, ora la forma della lettera appena modificata risulta migliore di come era in precedenza.

Figura 6. Modifica del tracciato (click per ingrandire)

Modifica del tracciato

Tutte le lezioni

1 ... 19 20 21 ... 44

Se vuoi aggiornamenti su Scrittura a china inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Scrittura a china

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy