Live tile e toast

9 gennaio 2013

La Start Page di Windows 8 e i suoi tile sono forse l’elemento caratterizzante del nuovo sistema operativo. I tile, nella loro forma più essenziale, sono solo una semplice superficie, quadrata o rettangolare, con logo e titolo dell’app, con cui interagire per eseguire un’applicazione, ma possono essere trasformati in live tile: elementi in grado di fornire informazioni senza costringere l’utente ad aprire applicazioni ma semplicemente navigando verso lo Start Screen di Windows 8.

Un live tile può visualizzare dati relativi alle notizie, attività da eseguire, oggetti da controllare, foto aggiornate e tutto ciò che può essere significativo per l’utente, ad esempio l’applicazione Windows Mail utilizza i live tile per mostrare il numero di nuove mail ricevute e un estratto del contenuto di queste.

Figura 17. Live tile

Live tile

Nella precedente immagine possiamo osservare le diverse forme (square e wide) e tipologie di tile (solo immagine, immagine + testo, solo testo ecc.), inoltre è possibile visualizzare un badge sul tile. Un badge consiste in un numero da 0 a 99 oppure in un glifo, da notare che il badge è in top overlay rispetto al tile.

Dal punto di vista dell’esperienza utente i tile sono un mezzo estremamente potente per creare un legame fra l’utente e il sistema operativo: i tile vengono posizionati secondo le preferenze dell’utente e sono alimentati dai contenuti della persona o dalle informazioni a lei più care: la personalizzazione è la chiave per fidelizzare l’utente al proprio pc. I tile devono essere immaginati come una vera e propria estensione dell’app, non come una semplice “icona animata”.

Creare tile dal punto di vista programmatico è estremamente semplice, esistono classi presenti nel SDK in grado di rendere banali le operazioni sui tile, un esempio di utilizzo è reperibile in un articolo di questa stessa serie su Windows 8.

I toast sono uno strumento in grado di visualizzare un popup message verso l’utente finale, anche quando la nostra applicazione non si trova in foreground oppure è chiusa. Il toast apparirà nell’angolo in alto a destra dello schermo come possiamo notare nella prossima figura.

Figura 18. Notifiche toast

Notifiche toast

Un toast può essere del semplice testo, un’immagine o varie composizioni dei due, come si può notare nella prossima figura.

Figura 19. Tipologie di Toast

Tipologie di Toast

Il toast rimane visibile per qualche secondo e poi, se l’utente non interagisce con esso, viene rimosso. Importante sapere che non esiste una sorta di “cestino” dei toast, quindi non deve essere utilizzato per mostrare informazioni critiche, in tal caso vi consiglio di aggiornare anche il live tile. Ricordo inoltre che l’utente ha sempre la possibilità di disabilitare le notifiche quindi non fate affidamento sulla loro costante presenza.

Lock screen

L’ultima possibilità offerta dal sistema è mostrare informazioni all’utente tramite lock screen. Nel prossimo screenshot possiamo osservare, oltre al background custom, la presenza di un testo personalizzato e una serie di piccole icone nella parte inferiore.

Figura 20. Lock screen

Lock screen

Queste icone forniscono alcuni dati di sistema quali lo stato della batteria, la presenza di connettività wireless o wired ecc.ecc, inoltre l’utente può permettere ad un massimo di sette Windows Store App di pubblicare le loro informazioni nel lock screen, nello screenshot precedente possiamo osservare la presenza del badge dell’app Windows Mail. L’utente inoltre può scegliere una sola app in grado di fornire del testo dettagliato da inserire nel proprio lock screen, di default è selezionata l’app Calendar.

Tutte le lezioni

1 ... 4 5 6 ... 28

Se vuoi aggiornamenti su Live tile e toast inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
Tags:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Live tile e toast

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy