Introduzione

9 gennaio 2013

Windows 8 è l’ultima versione del Sistema Operativo più famoso e usato al mondo. Giunto alla sua ottava release promette, già dalle prime indiscrezioni e dalle prime prove, importanti novità che in molti hanno già giudicato come rivoluzionarie per il colosso di Redmond.

Molte le novità ed innovazioni che hanno accompagnato il lancio del sistema operativo, Windows 8 non cambia solo nel nome ma offre la possibilità di una nuova modalità di fruizione e distribuzione dei software, grazie a Windows RT.

Windows 8 e Windows RT

Oltre al classico “Desktop” cui ci ha abituato Windows nelle edizioni precedenti, fa la sua apparizione Windows RT, che oltre a fornire una interfaccia e una user experience orientata al touch e ai dispositivi mobili, porta con sé un vero e proprio ecosistema.

Come estrema semplificazione potremmo dire che Windows RT è tutto ciò che vediamo quando lanciamo Windows 8 o quando priemiamo il bottone start (quello con il logo di Windows) sulla tastiera: una interfaccia senza cornici, con il nostro utente in bella vista, le applicazioni rappresentate da grossi rettangoli colorati (le tile) e un menu a scomparsa che si attiva sulla destra (la charms bar).

Windows 8 e Windows RT quindi sono definitivamente due prodotti diversi, anche se strettamente correlati. La differenza fondamentale la fanno le applicazioni:

  • su Windows 8 (“desktop”) possono girare le applicazioni che abbiamo già installato su Windows 7, possiamo sviluppare nuovo software sfruttando i classici strumenti (managed e non) che si basano sui framework e sul kernel del sistema operativo (C#, VB.NET, C++);
  • Windows RT si può definire un runtime, una macchina virtuale capace di far girare applicazioni progettate appositamente e che si possono scaricare o acquistare in un apposito store: il Windows Store. Per questo le applicazioni per Windows RT vengono denominate Windows Store App.

Inoltre le applicazioni per Windows RT sono fruibili sia dai tradizionali PC (che montano Windows 8) sia da dispositivi che montano solo Windows RT come sistema operativo, come alcune versioni del tablet di Microsoft, Surface, o altri disponibili sul mercato (tipicamente basati su processori ARM).

In estrema sintesi, una “classica” applicazione desktop non può girare su un dispositivo Windows RT, mentre una Windows Store App può essere utilizzata sia su un PC equipaggiato con Windows 8, sia sui dispositivi Windows RT.

In questa guida ci occuperemo degli aspetti salienti della progettazione di Windows Store App, che si possono creare utilizzando un nuovo set di API, sia con i linguaggi più noti (C#, C++ /XAML) sia con strumenti che fino ad ora abbiamo utilizzato solo per il Web (JavaScript/HTML5). Ciò rende l’accesso allo sviluppo di app molto ampio favorendo sviluppatori che hanno background anche molto diversi tra loro.

Entreremo nei dettagli implementativi di una Windows Store App con il paradigma C#/XAML (caro a chi ha esperienza di sviluppo con Silverlight o WPF), scopriremo che le API del Windows Runtime ci permettono semplicemente di condividere contenuti, metterli a disposizione per la ricerca e sfruttare caratteristiche come la barra dei Charm.

Osserveremo il ciclo di vita di una applicazione, affrontando concetti come Fast & Fluid e programmazione asincrona. Vedremo cosa fare nel passaggio tra l’esecuzione e la modalità inattiva dell’applicazione e come mostrare gli aggiornamenti dei dati attraverso strumenti come live tiles e notifiche (toast).

Esamineremo i concetti di base del layout di una applicazione sia dal punto di vista del designer, guardando alle raccomandazioni di stile riguardo l’interfaccia (Modern UI), sia dall’osservatorio dello sviluppatore e degli strumenti che ha a disposizione (Visual Studio e Blend).

Scopriremo come modificare template già pronti per velocizzare il lavoro e come connettere gli elementi dell’applicazione alle nostre fonti dati.

Infine affronteremo il deployment dell’applicazione, valutando tutte le opportunità offerte dal Windows Store per pubblicare e valorizzare il nostro lavoro.

Gli elementi dell’interfaccia di Windows RT

Iniziamo affrontando le novità importanti, introdotte dal nuovo sistema dal punto di vista della user experience: è fondamentale comprendere al meglio le idee e le filosofia di design per realizzare applicazioni in linea con l’ecosistema di Windows RT.

Un’app di successo è infatti un’applicazione evoluta non solo nelle funzionalità ma anche nella presentazione delle informazioni e nell’interazione con l’utente, è un’app in grado di creare un ambiente armonico con il sistema operativo.

Buona lettura!

Tutte le lezioni

 

1 2 3... 28

Se vuoi aggiornamenti su Introduzione inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
Tags:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Introduzione

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy