Gestire le pagine di WordPress

14 dicembre 2016

Se i post costituiscono i contenuti dinamici di WordPress, aggiunti alle pagine del blog in ordine cronologico inverso, le pagine costituiscono i contenuti statici, ossia quei contenuti permanenti che non si succedono cronologicamente nelle pagine del blog e nei vari tipi di archivio. Sono quindi contenuti statici, non aggiornati di frequente. Esempi di pagine sono quei documenti in cui si forniscono informazioni di contatto, le pagine di presentazione dell’autore del blog o dell’azienda proprietaria del sito.

Normalmente le pagine non sono automaticamente visibili nel front-end. L’utente, una volta creata la pagina, dovrà inserire un link all’interno di un menu attivo, in modo che questa sia accessibile per i visitatori.

La struttura delle pagine

Dal punto di vista strutturale le pagine statiche sono simili ai post, ma con caratteristiche peculiari che permettono a WordPress di gestirle al di fuori del flusso dei contenuti dinamici. Una differenza fondamentale delle pagine rispetto ai post è che le prime non possono essere associate a categorie, tag o a formati particolari. Inoltre non hanno una indicizzazione cronologica, quindi non entrano nel flusso degli archivi organizzati per data di pubblicazione. Non è previsto, infine, l’invio di trackback per le pagine statiche.

Queste differenze sono bene evidenti dalla scheda delle “Impostazioni Schermata” della pagina di modifica.

Figura 1. Confronto tra impostazioni di pagine statiche (in alto) e post.

Impostazioni post e pagine

Alle pagine statiche possono invece essere assegnati attributi specifici che consentono di stabilire relazioni gerarchiche tra pagine e, se il tema lo consente, associare ad ogni pagina uno specifico template.

La gerarchia tra pagine

Organizzare gerarchicamente le pagine permette di strutturare in modo coerente i contenuti statici del sito. Si supponga di avere una pagina “About me”, e le pagine “My job”, “My hobbies”, “My friends”. La prima potrebbe essere impostata come genitore, le altre come pagine figlio:

Figura 2. Pagine gerarchiche.

Attributi pagina

La gerarchia tra le pagine determina una specifica struttura dei contenuti statici e dei relativi permalink. Le quattro pagine della figura appena vista, infatti, avranno i seguenti permalink:

http://example.com/about-me/
http://example.com/about-me/my-friends/
http://example.com/about-me/my-hobbies/
http://example.com/about-me/my-job/

Permalink così strutturati sono strettamente conformi alle regole di usabilità e accessibilità delle URL, e permettono una corretta indicizzazione delle pagine nei motori di ricerca.

Figura 3. Attributi Pagina e menu della gerarchia delle pagine

Attributi pagina

I template di pagina

I template file di WordPress sono file .php che generano la struttura HTML delle pagine del front-end. Esistono template per ogni tipo di pagina, dalle pagine di archivio ai post e alle pagine statiche. La disponibilità di template, tuttavia, non dipende da WordPress, ma esclusivamente dal tema corrente. Se questo dispone di template di pagina, l’amministratore del sito (o l’autore della pagina) potrà assegnare template specifici a pagine specifiche in modo da generare per la pagina selezionata una struttura HTML ad hoc.

Figura 4. Assegnare template alle pagine di WordPress.

Attributi pagina

Sono molti i temi che supportano questa funzionalità per differenziare le pagine in base al layout, ad esempio assegnando a specifiche pagine un layout con o senza sidebar, oppure con o senza intestazione. In alcuni casi i page template vengono utilizzati anche per aggiungere alle pagine statiche un form di ricerca o altre funzionalità specifiche.

Tutte le lezioni

1 ... 12 13 14 ... 92

Se vuoi aggiornamenti su Gestire le pagine di WordPress inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
Tags: ,
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Gestire le pagine di WordPress

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento dei dati per attività di marketing