Gli attributi dei link

17 marzo 2006

Gli attributi dei link servono ad aggiungere valore semantico o funzionale ai collegamenti. Vediamo di cosa sei tratta.

title

L’attributo title è molto importante, e serve per specificare un testo esplicativo per l’elemento a cui l’attributo è riferito (il title si può infatti utilizzare anche per elementi differenti dalle ancore). Questa spiegazione addizionale favorisce l’accessibilità del sito anche ai disabili, alle persone per esempio che hanno disturbi alla vista. Se lasciate il cursore del mouse per qualche secondo su un collegamento dotato di title, vedrete comparire una specie di etichetta con il testo specificato nel title:

<a title="in HTML.it puoi trovare risorse per webmaster" 
    href="http://www.html.it/" target="_blank" >
    Visita HTML.it
</a>

Ecco l’esempio:

L’attributo title è anche utilissimo per migliorare la presenza nei motori di ricerca, che ne vanno a leggere il contenuto.

hreflang

Con “hreflang” si indica la lingua del documento: si tratta di un attributo che migliora l’accessibilità del sito, oltre ad essere potenzialmente utile per i motori di ricerca (l’attributo può essere utilizzato ad esempio per specificare la presenza di una sezione del proprio sito in lingua inglese):

Nel sito del <a href="http://www.w3c.org/" hreflang="eng" target="_blank">World Wide Web Consortium</a> puoi trovare le specifiche dell'HTML in lingua inglese

cioè:

Nel sito del World Wide Web Consortium puoi trovare le specifiche dell’HTML in lingua inglese

target

È anche possibile specificare in quale finestra la pagina linkata deve essere aperta: di default infatti la pagina viene aperta all’interno del documento stesso, ma è possibile specificare che la pagina sia aperta in una nuova finestra:

<a target="_blank" href="http://www.html.it">visita HTML.IT</a>

cioè:

accesskey

Le accesskey sono delle scorciatoie “da tastiera” che potete utilizzare nel vostro sito. Si tratta di scegliere delle lettere della tastiera che – quando vengano digitate dall’utente – permettono di andare direttamente a determinate pagine. Per esempio potreste specificare che:

<a href="http://www.html.it/" accesskey="h" target="_blank" >Torna all'home page di HTML.it</a>

cioè:

In questa pagina digitando: ALT + h con Internet Explorer, Chrome, Safari e Opera oppure ALT + SHIFT + h con Firefox (Mozilla) si accede direttamente all’home page di HTML.it. Si tratta di un’altra tecnica per migliorare l’accessibilità, ma un uso improprio e indiscriminato di questa tecnica può risultare davvero deleterio per la navigazione. Diciamo che le accesskey dovrebbero essere riservate per la navigazione dei menu che portano alle parti principali del sito.

Il tag <base>

I percorsi relativi fanno di norma riferimento alla directory in cui si trova il file HTML che stiamo scrivendo. Se tuttavia vogliamo far riferimento a un differente percorso per tutti i percorsi relativi, possiamo farlo specificandolo grazie al tag <base>, che va incluso nella head del documento. Ad esempio con:

<base href="http://www.mioSitoWeb.com/miaCartella">

indichiamo che d’ora in poi tutti i percorsi relativi faranno riferimento al percorso indicato. Nlla pagina possiamo quindi scrivere:

<a href="mioFile.html">collegamento al mio file</a>

certi che farà riferimento a:

http://www.mioSitoWeb.com/miaCartella/mioFile.html

Si tratta di una caratteristica particolarmente utile quando bisogna mandare ad esempio delle mailing list in formato HTML: possiamo infatti utilizzare i percorsi relativi per sviluppare la pagina della mailing list in locale, e mantenerli inalterati grazie all’utilizzo di questo tag. Grazie ad esso siamo infatti sicuri che anche l’utente che riceverà la mail potrà visualizzare le immagini e i link con un percorso corretto.

Tutte le lezioni

1 ... 17 18 19 ... 58

Se vuoi aggiornamenti su Gli attributi dei link inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Gli attributi dei link

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy