Combinare i tracciati

7 maggio 2015

Inkscape mette a disposizione diverse opzioni relative alla combinazione dei tracciati, per crearne di nuovi partendo da due o più elementi preesistenti. Una nota a sfavore del programma è la mancanza di un pannello esterno, dove trovare tutte le opzioni con facilità. Infatti gli strumenti per combinare i tracciati si raggruppano nel menu Tracciato, come illustrato in Figura 1.

Figura 1. Menu Tracciato (click per ingrandire)

Menu Tracciato

Disegniamo tre oggetti di colori differenti, in modo da avere più chiara la dinamica delle varie opzioni di composizione dei tracciati. Prima di tutto, però, è molto importante comprendere lo Z-order, ovvero l’ordine dei tracciati per come vengono disegnati e sovrapposti, come mostrato in Figura 2.

Figura 2. Ordine degli oggetti (click per ingrandire)

Ordine degli oggetti

In generale, l’ultimo oggetto disegnato assume la posizione più alta: si trova, cioè, sopra a tutti gli altri. Nella maggior parte dei casi l’oggetto superiore comanda, in senso lato, i successivi. Quando operiamo con i tracciati, la parte che subisce il cambiamento è quella inferiore. Vediamo nello specifico come operano i tracciati quando sono combinati tra loro.

Unione

L’operazione Unione viene utilizzata quando si desidera unire tra loro due o più tracciati in un’unica forma. Questa nuova forma manterrà al suo interno quelle aree che sono l’intersezione dei diversi oggetti di partenza, trasformandole in sotto-tracciati, come illustrato in Figura 3.

Figura 3. Unione (click per ingrandire)

Unione

Differenza

Applicabile a due oggetti per volta, la Differenza è la sottrazione tra il tracciato superiore e quello inferiore: data l’area di intersezione, l’oggetto superiore scompare, eliminando la porzione che si interseca con l’oggetto inferiore. Un rapido esempio è mostrato in Figura 4.

Figura 4. Differenza (click per ingrandire)

Differenza

Intersezione

Funziona come lo strumento Differenza, ma è applicabile anche a più tracciati. Il risultato prodotto dall’Intersezione è la parte che rimane in comune a tutti i tracciati, come evidente in Figura 5.

Figura 5. Intersezione (click per ingrandire)

Intersezione

Esclusione

Anche in questo caso l’operazione di Esclusione è applicabile a due o più oggetti e il risultato è un tracciato composto da diversi sotto-tracciati, che si avvalgono della regola del riempimento pari-dispari. Partendo dall’esterno del tracciato – che corrisponde allo 0 – ogni volta che i tracciati si incrociano si incrementa il numero di un’unità. Se il numero è dispari, l’area si trova all’interno del tracciato e quindi appare colorata, se è invece pari, si trova all’esterno e quindi non risulta colorata. L’intero processo è portato in esempio in Figura 6.

Figura 6. Esclusione (click per ingrandire)

Esclusione

Divisione

La Divisione si applica a due oggetti per volta. Il primo oggetto viene diviso dal secondo oggetto: si creano così due o più figure successive, come illustrato in Figura 7.

Figura 7. Divisione (click per ingrandire)

Divisione

Taglia tracciato

La funzione Taglia Tracciato si applica a due oggetti per volta purché siano dotati di linea di contorno. In caso contrario, dopo aver applicato il taglio del tracciato, non si vedrà nulla: solo la selezione di oggetti trasparenti. Il primo oggetto viene tagliato dal secondo, si creano così due o più forme aggiuntive prive di riempimento. Il tutto è descritto in Figura 8.

Figura 8. Taglia tracciato (click per ingrandire)

Taglia tracciato

Tutte le lezioni

1 ... 9 10 11 ... 44

Se vuoi aggiornamenti su Combinare i tracciati inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Combinare i tracciati

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy