Introduzione e download

4 dicembre 2014

Inkscape è un software di grafica vettoriale open source, molto noto e apprezzato: può essere considerato a tutti gli effetti l’alternativa migliore ad Adobe Illustrator.

Il programma può essere installato su computer che utilizzano i maggiori sistemi operativi in circolazione – Linux, OS X e Windows – e può importare ed esportare file nei principali formati vettoriali e grafici (SVG, AI, EPS, PDF, JPEG, GIF e PNG).

Download e installazione

Il fatto che Inkscape sia un software open source significa che è possibile scaricarlo e utilizzarlo in modo gratuito.

Lavorare con uno strumento vettoriale è il metodo più diffuso per chi disegna loghi, illustrazioni e prodotti che richiedono un’alta scalabilità. Inkscape è un’ottima risposta a queste necessità: lo strumento trova impiego in diversi ambiti, ad esempio nel marketing e nel branding, in campo ingegneristico per chi disegna in CAD, sul Web e nell’universo illustrativo. Inoltre, tutti i progetti creati con Inkscape possono essere esportati in formati compatibili con i browser web e i processi di stampa.

La versione aggiornata è disponibile in download dal sito ufficiale. Come è possibile vedere in Figura 1, sono riportati tre diversi collegamenti: il primo si riferisce al pacchetto dei file sorgenti, gli altri due link si rivolgono invece al download del programma per Windows e OS X.

Figura 1. Download di Inkscape (click per ingrandire)

Download di Inkscape

Per Windows sarà sufficiente scaricare il file di installazione ed eseguirlo. Per quanto riguarda OS X, invece, è richiesto che sulla macchina sia presente XQuartz. Sulla pagina è disponibile il link alla piattaforma, che dovrà essere installata prima dello stesso Inkscape.

Dettagli per l’installazione su OS X

XQuartz, l’evoluzione del precedente X11, è l’implementazione Apple di alcune risorse X.Org native per Windows, che consente di utilizzare alcune di queste applicazioni anche su sistemi Unix-like.

Così come già specificato, è possibile scaricare XQuartz sul sito ufficiale, dove inoltre si possono seguire le indicazioni per l’installazione e il supporto specifico. Per completare l’operazione, è necessario effettuare il log out e successivamente il log in. Dopo aver eseguito questa installazione, basterà aggiungere Inkscape nella cartella Applicazioni.

Una volta avviato il programma, apparirà una finestra che chiederà la locazione di X11: si indichi semplicemente la cartella dove è stato precedentemente installato XQuartz. Questa prima fase richiederà qualche minuto affinché il programma possa correttamente avviarsi, questo perché viene creata la cache dei font installati sulla macchina. Fortunatamente, questi tempi d’attesa dilungati si verificano solo al primissimo avvio.

Ultimo passo prima di poter partire è la configurazione delle preferenze di X11, come illustrato in Figura 2.

Figura 2. Preferenze di XQuartz (click per ingrandire)

Preferenze di XQuartz

Una volta inserite queste configurazioni, il programma è pronto per l’utilizzo. Nelle prossime lezioni, invece,, le prime indicazioni sul layout e gli strumenti di base, per cominciare subito a lavorare e divertirsi.

Tutte le lezioni

 

1 2 3... 44

Se vuoi aggiornamenti su Introduzione e download inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Introduzione e download

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy