Utilizzo di IIS 5.0 per configurare un server Multihomed

20 marzo 2006

Con il termine “multihomed” si deve intendere la possibilità di ospitare sullo stesso computer più siti web associati a differenti nomi di dominio, configurazione nota con il termine di server web virtuali.

Le risorse Web su IIS sono strutturate nel seguente modo:

Sito Master
Sito Web / (questo livello appartiene anche ai siti FTP qui non trattati)
Directory virtuale
Directory
File

Quando si configurano più server virtuali la struttura di IIS risulterà così modificata:

Sito Master
Sito Web – 1 (appartenente al dominio www.abc.com)
Directory virtuale
Directory
File
Sito Web – 2 (appartenente al dominio www.xyz.net)
Directory virtuale
Directory
File
Sito Web – 3 (appartenente al dominio www.123.it)
Directory virtuale
Directory
File

La configurazione di un server “multihomed” con IIS può essere eseguita a seconda delle esigenze in tre differenti modi:

  1. Impiego di diversi indirizzi IP statici per ciascun dominio.
  2. Utilizzo dello stesso indirizzo IP con differenti porte di accesso per ciascun dominio.
  3. Configurazione degli Host Headers sullo stesso indirizzo IP.

Configurazione di IIS 5.0 con indirizzi IP statici

Questo metodo assegna a ciascun sito Web un differente indirizzo IP, in questo modo non c’è il rischio di confusione tra il nome a dominio ed il relativo sito Web:

Sito Master
Sito Web – 1 (appartenente al dominio www.abc.com con IP: 172.0.0.1)

Sito Web – 2 (appartenente al dominio www.xyz.net con IP: 172.0.0.5)

Sito Web – 3 (appartenente al dominio www.123.it con IP: 172.0.0.12)

Una volta noti gli indirizzi IP statici da assegnare a ciascun sito (facendo attenzione che appartengano tutti alla stessa classe C di indirizzi IP) verificate che questi siano presenti nelle impostazioni avanzate del protocollo TCP/IP, se no aggiungeteli:

Screenshot

Gli indirizzi IP riportati in figura sono a puro titolo di esempio.
Una volta configurato il protocollo TCP/IP sul server modificare la configurazione di IIS nel seguente modo:
Creare un nuovo sito virtuale ( o server web virtuale) per ciascun dominio che si vuole ospitare sul server, nella finestra IP Address and Port Settings assegnare l’indirizzo IP statico associato al server web virtuale.

Screenshot

Ripetere i passaggi di cui sopra per ciascun dominio che si vuole configurare.

Configurazione di IIS mediante utilizzo di differenti Porte TCP

Questo metodo si differenzia dal precedente in quanto non modifica l’indirizzo IP statico assegnato ai siti virtuali che resta sempre lo stesso, ma la relativa porta TCP.

Sito Master
Sito Web – 1 (appartenente al dominio www.abc.com con IP: 172.0.0.1:80)

Sito Web – 2 (appartenente al dominio www.xyz.net con IP: 172.0.0.1:81)

Sito Web – 3 (appartenente al dominio www.123.it con IP: 172.0.0.1:82)

Screenshot

Il principale vantaggio consiste nel fatto di non dover impiegare un indirizzo IP per ciascun sito virtuale, consigliato visto che la disponibilità di indirizzi IP comincia ad essere una risorsa scarsa. Lo svantaggio principale che solo il sito virtuale con la porta impostata ad 80 (valore di default per i servizi http) sarà visibile dal browser digitando il solo nome del dominio, per tutti gli altri siti virtuali sarà necessario digitare oltre l’indirizzo web anche la relativa porta (es: www.123.it:82).

Configurazione degli Host Headers

Questo metodo è stato introdotto con la nuova versione del protocollo http (http 1.1), si differenzia dai precedenti in quanto utilizza un unico indirizzo IP per tutti i siti virtuali e la stessa porta TCP (valore di default 80):

Sito Master
Sito Web – 1 (appartenente al dominio www.abc.com )

Sito Web – 2 (appartenente al dominio www.xyz.net )

Sito Web – 3 (appartenente al dominio www.123.it )

Screenshot

È sicuramente il metodo migliore da adottare ogni volta che si presenta l’esigenza di ospitare più domini su IIS, l’unico svantaggio riguarda la compatibilità del sistema con le vecchie versioni di browser che non supportano il protocollo http 1.1.

Se vuoi aggiornamenti su Utilizzo di IIS 5.0 per configurare un server Multihomed inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
IIS
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Utilizzo di IIS 5.0 per configurare un server Multihomed

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento dei dati per attività di marketing