MVVM: Applicare il pattern in progetti Silverlight

28 aprile 2010

Correva l’anno 1979, più o meno un paio di ere geologiche fa parlando in termini di evoluzione informatica, quando Trygve Mikkjel Heyerdahl Reenskaug, uno studioso informatico Norvegese dell’epoca, lavorando ad una sperimentazione presso il laboratori dello Xerox Palo Alto Research Center enunciò una proposta che avrebbe dovuto semplificare notevolmente la realizzazione di interfacce utente.

L’idea in realtà era una delle dirette conseguenze di una sua precedente pubblicazione, “Administrative Control in the Shipyard” risalente addirittura al 1973, in cui egli teorizzò, nel corso della prima edizione della International Conference on Computing Applications, quello che oggi tutti noi conosciamo e che va sotto il nome di “Separation of Concerns“. Ci vollero tuttavia 6 anni per arrivare all’enunciazione di un nuovo pattern architetturale perchè a quel tempo la programmazione orientata agli oggetti non era nulla di più di una promettente materia di studio e fu necessario attendere che un linguaggio come Smalltalk fornisse degli strumenti adeguati per sentire i primi vagiti del pattern Model-View-Controller.

Nonostante MVC sia tuttora un pattern architetturale di riconosciuta efficacia, tanto che moderne tecnologie quali ASP.NET, Java e Ruby ne abbracciano o ne stanno abbracciando i dettami, esistono casi in cui la sua struttura comincia a risentire della veneranda età e richiede nuove e più efficaci evoluzioni.

È il caso ad esempio di tecnologie quali WPF e Silverlight in cui la presenza di strumenti quali il DataBinding suggerisce che l’adozione di MVC sia sostanzialmente un passo indietro rispetto le potenzialità della tecnologia, dato che la rinuncia al loro utilizzo è addirittura più penalizzante in termini di produttività che la rinuncia al pattern stesso. Ecco spiegato perchè recentemente si è cominciato a parlare e ad usare un nuovo pattern che va sotto il nome di Model-View-ViewModel.

Se vuoi aggiornamenti su MVVM: Applicare il pattern in progetti Silverlight inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su MVVM: Applicare il pattern in progetti Silverlight

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy