Mappe personalizzate di Google sul proprio sito

28 maggio 2007

Le mappe di Google sono uno strumento potentissimo per georeferenziare attività e punti di interesse. Sono state adottate su moltissimi siti web come sostituto o integrazione per la sezione ‘Dove siamo’ ma le possibilità di utilizzo vanno ben oltre la semplice visualizzazione aerea di un’area geografica.

Fino ad ora un utilizzo più professionale e personalizzato di questo strumento era possibile solo utilizzando in modo consistente le API messe a disposizione da Google e quindi mettendo pesantemente mano al codice JavaScript all’interno delle proprie pagine. Ad esempio posizionare dei POI (i punti di interesse) tramite un’icona personalizzata, delle aree colorate o dei percorsi lineari all’interno della propria mappa risultava abbastanza complicato. Così inserire nel proprio blog una mappa che, ad esempio, georeferenziasse i punti dove erano state scattate le foto e che segnasse il percorso seguito nella nostra ultima passeggiata in montagna era una prerogativa per soli programmatori.

Da quando è stata attivata la sezione Le mie mappe su Google Maps è possibile una personalizzazione e una integrazione delle mappe più completa e alla portata di tutti, anche degli utenti meno esperti.

Cosa serve per iniziare?

Per utilizzare le mappe di Google Maps occorre avere un account Gmail. La registrazione apre l’accesso ad una serie di servizi gratuiti offerti da Google che vanno dall’account di posta elettronica alle mappe, dal calendario ai documenti e fogli di calcolo online e molto altro.

Per integrare una mappa sul proprio sito prima di tutto bisogna possedere una chiave di registrazione (API key). Per ottenerla seguite il link http://www.google.com/apis/maps/signup.html e compilate il form come in figura.

Ogni chiave è relativa ad una directory del vostro sito, quindi se la vostra mappa dovrà essere inclusa ad esempio nella pagina http://www.miosito.com/dovesiamo/mappa.html dovrete inserire nel form il link: http://www.miosito.com/dovesiamo/

Figura 1 – Inserimento dei parametri per ottenere una API key

Inserimento dei parametri per ottenere una API key

Il risultato dell’invio del form è una pagina dove viene indicata la chiave (API key) che è stata generata: tenetela da parte, la utilizzeremo tra poco. Più in basso, nella stessa pagina, viene proposto il codice da cui partire per includere la mappa all’interno della propria pagina HTML.

Se vuoi aggiornamenti su Mappe personalizzate di Google sul proprio sito inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Mappe personalizzate di Google sul proprio sito

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy