Le novità di openSUSE 11

26 giugno 2008

Mentre Canonical e Red Hat annunciavano al pubblico le loro nuove creature, rispettivamente Ubuntu Hardy Heron 8.04 e Fedora 9, alla Novell si lavorava ancora duro, tra test e aggiornamenti vari, per dare alla luce quella che ora è finalmente diventata openSUSE 11.0. Tanti mesi di lavoro, dunque, e alla fine la meritata soddisfazione: una distribuzione rinnovata in tantissimi punti, e che può competere con le più rinomate del settore GNU/Linux.

Le novità introdotte in openSUSE 11.0 sono tantissime, tant’è vero che è stata predisposta un’apposita pagina che ne elenca addirittura oltre 200: dalla programmazione alla compilazione dei pacchetti, dagli ambienti desktop alle applicazioni di uso quotidiano, dagli strumenti per la gestione della sicurezza a quelli per la gestione dell’intero sistema operativo, passando per ogni altro aspetto della distribuzione. In questo articolo analizzeremo quanto svolto dal team Novell durante questi mesi di sviluppo, addentrandoci nel cuore della distro, tra nuove applicazioni e interessanti caratteristiche.

Una rinfrescata agli ambienti desktop

Nonostante le tante novità, openSUSE 11.0 è rimasta fedele al suo passato: graficamente pulita ed ordinata come sempre, riesce ad essere intuitiva e facilmente utilizzabile grazie all’ottimo lavoro svolto dagli sviluppatori in questo senso. A tale capacità di essere semplice e funzionale, la distribuzione di casa Novell unisce anche la possibilità di avere a disposizione le più recenti versioni degli ambienti desktop più rinomati.

GNOME, in versione 2.22, rende l’utilizzo di un sistema operativo un vero piacere: eleganza ed usabilità sono racchiuse in un mix unico, e openSUSE può inoltre godere di tutte quelle interessanti novità che hanno contraddistinto questa release dell’ambiente desktop. Il tema di default, una versione personalizzata di Gilouche, risulta essere molto gradevole alla vista, e nel complesso l’intera distribuzione basata su GNOME è molto elegante.

KDE, invece, è disponibile nella sua versione numero 4, che per la prima volta fa capolino in openSUSE. Anche in questo caso, sono tante le novità che l’ambiente desktop introduce nella distribuzione, dotata quindi di desktop di nuova generazione. Il team Novell, inoltre, ha aggiunto ai pacchetti distribuiti all’interno dello stesso ambiente desktop una collezione di altri software, i cosiddetti KDEPIM, ovvero quelle applicazioni per la gestione dei dati personali: il client per la posta elettronica KMail, il gestore del calendario KOrganizer, l’aggregatore di Feed RSS Akregator e tanti altri ancora.

Spesso trascurato, ma non per questo meno importante, XFCE si colloca come migliore soluzione per quella fascia di utenti che vogliono dare un look elegante e sobrio ad openSUSE 11.0 ma non possono spingersi molto in là in termini di prestazioni della propria macchina. Questo ambiente desktop semplice e leggero è disponibile in versione 4.4.2.

Figura 1: Il Desktop OpenSUSE

l Desktop OpenSUSE

Se vuoi aggiornamenti su Le novità di openSUSE 11 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Le novità di openSUSE 11

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy