Joomla: i migliori editor WYSIWYG

28 marzo 2012

JCE: l’editor più utilizzato su Joomla

JCE (acronimo di Joomla Content Editor) è sicuramente l’editor, oltre a quelli predefiniti, più diffuso per Joomla. È compatibile con Joomla 1.5, 1.7 e 2.5. Oltre al fatto che è un editor WYSIWYG, i suoi punti forza sono dati dalla facilità di uso soprattutto per la gestione delle immagini. Con esso possiamo inserire tutti i tipi di contenuto senza limitazioni e senza la conoscenza dell’HTML e dei CSS. Nelle ultime versioni è presente anche il controllo ortografico integrato con Google. Una volta scaricato dal sito del produttore possiamo andare a installarlo, entrando nel pannello di amministrazione del sito. Andiamo su Estensioni–>Gestione estensioni–>si carica il file prima salvato e poi si clicca su “Carica & Installa”.

Una volta installato se clicchiamo su Componenti–>JCE Administration ci troveremo di fronte al pannello di gestione del componente.

Figura 2. Il pannello di gestione di JCE

Il pannello di gestione di JCE

Come possiamo vedere dalla figura abbiamo, oltre al pannello di controllo, tre schede:

  • Editor Global Configuration (Configurazione globale);
  • Editor Profiles (Profili);
  • Install Add-ons (Installa Add-ons);
  • File Browser (File browser);

Se vogliamo avere l’estensione in italiano come sopra possiamo trovare i file di lingua nell’area download per i pacchetti lingua del produttore. Se proviamo a installarli dal pannello di gestione delle estensioni sarà restituito un errore. Per l’installazione dobbiamo procedere a mano andando a inserire i file .ini nelle cartelle ../language/it-IT e ../administrator/language/it-IT. In verità per un’installazione automatica dobbiamo andare su Componenti–>JCE Editor–>Installa Add-ons, si carica il file e si clicca su “Install package”. Una volta installato possiamo ritrovarlo in basso nella scheda Lingue, come in figura e da lì possiamo anche disinstallare sia le lingue sia gli altri plugin aggiuntivi (ne vedremo in seguito alcuni).

Figura 3. Installazione della lingua dal pannello di JCE
(clic per ingrandire)

Figura 3. Installazione della lingua dal pannello di JCE

Per poter utilizzare il nuovo editor dobbiamo andare in Sito–>Configurazione Globale–>Sito–>Editor predefinito e scegliere “Editor – JCE”. Andiamo adesso a vedere le impostazioni per l’editor. Nella configurazione globale possiamo impostare per esempio:

  • la pulizia del codice HTML, forzando in questo modo la rimozione di tutti gli elementi non dichiarati, inserendo la chiusura dei tag e una minima correzione del codice html non corretto;
  • la codifica, che è, tipicamente, UTF-8;
  • la formattazione per esempio di tutti quei pezzi di testo che non sono racchiusi in un elemento di blocco (p, div etc etc) e delle righe nuove (possiamo scegliere se dovranno essere separate da paragrafi o semplicemente da interruzioni di riga);
  • lo stile dell’editor, a scelta tra quello predefinito o uno personalizzato;
  • la compressione del javascript e del CSS per velocizzare il caricamento delle pagine;

Molto interessante invece è la parte riguardante i profili. Possiamo assegnare al back end e al front end dei profili, che rappresentano delle istanze con dei layout settati anche in modo diverso. Abbiamo due profili predefiniti, uno pubblicato per tutti gli utenti e l’altro, sospeso, per il front-end, ma nulla ci vieta di crearne degli altri e modificare o cancellare quelli già esistenti. I profili possono essere esportati utilizzando il bottone “Esporta”: sarà creato un file xml e in questo modo sarà più facile trasferire le impostazioni dei profili esistenti anche da un sito all’altro. Per importarli basta andare su Importa profilo, caricare attraverso il pulsante Browser il file xml e cliccare su Importa.

Figura 4. I bottoni per importare ed esportare i profili
(clic per ingrandire)

Figura 4. I bottoni per importare ed esportare i profili

I profili possono essere creati facendo click sul pulsante “Nuovo” e comparirà una nuova schermata con quattro aree:

  • Setup: per impostare nome, descrizione e assegnazioni del profilo per l’editore sul backend e/o sul frontend, sui componenti, gruppi e singoli utenti;
  • Caratteristiche: per impostare i comandi che dovranno comparire nell’editor. Possiamo scegliere quali pulsanti far vedere e in che ordine. È presente anche una legenda dei pulsanti per aiutare chi non ha domestichezza con gli editor;
  • Parametri dell’editor: insieme di tutti i parametri per il layout dell’editor e per il caricamento dei file;
  • Parametri del plugin: riguardano le directory per il caricamento dei file e delle immagini, la gestione dei media (può permettere l’inserimento di elementi Flash, HTML5 o con i tag object ed embed) e il controllo ortografico;

Figura 5. Personalizzazione dei bottoni dell’editor
(clic per ingrandire)

Figura 5. Personalizzazione dei bottoni dell'editor

Altre caratteristiche di JCE riguardano l’inserimento di immagini e di url.

Figura 7. Il pannello di Image Manager

Il pannello di Image Manager

Come abbiamo detto all’inizio, nelle ultime versioni di JCE è stato introdotto il controllo ortografico, attraverso il plugin Spell Checker. Facendo già parte del pacchetto di JCE non è necessario installarlo e, poichè sfrutta le API di Google Spell, non dobbiamo installare nemmeno dei dizionari aggiuntivi.

Questo componente può essere integrato con alcuni plugin, tra i quali:

  • Captions plugin: per creare dei riquadri per le didascalie intorno alle immagini;
  • Emotions plugin: per inserire gli emoticons;
  • RJ_InsertCode: per inserire i codici di linguaggi diversi (per esempio ASP, C, C#, C++, HTML, Java, JavaScript, Perl, PHP, Python etc etc). Compatibile solo con Joomla 1.5;
  • JCE MediaBox: per creare con l’editor JCE lo stile lightbox alle immagini inserite. Comprende quattro effetti diversi.
Se vuoi aggiornamenti su Joomla: i migliori editor WYSIWYG inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Joomla: i migliori editor WYSIWYG

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy