Framework PHP: una comparazione

4 novembre 2011

Lo sviluppo di applicazioni e siti web complessi risulta molto semplificata quando si utilizza un framework. Si tratta di software che comprendono in un unico pacchetto l’intero set di librerie e strumenti utili alla progettazione di un sito, un’applicazione web o qualsiasi altro servizio online sia necessario creare con PHP o con un altro linguaggio di programmazione.

La scelta del framework è un processo delicato. Non si tratta solo di confrontare funzionalità e caratteristiche, ma anche scegliere quello che più si adatta alle proprie conoscenze o quello che si ritiene migliore per il tipo di sito o servizio che si desidera progettare.

Per questo motivo abbiamo messo a confronto in una serie di articoli approfonditi i migliori e più noti framework per PHP. Per ognuno di essi abbiamo valutato la versione del linguaggio supportato, il modello MVC, l’interazione con il database, la validazione del codice, il supporto ad Ajax e al caching, l’autenticazione e il tipo di documentazione e supporto che forniscono.

I framework PHP

Framework PHP: DooPhpDooPhp è uno dei tanti framework che promette di produrre tanto scrivendo pochissimo codice. Il framework supporta esclusivamente le versioni di Php a partire dalla 5.1. Questa cosa esclude il suo utilizzo se si dispone di una versione precedente del Php, compresa la 5.0 (leggi la scheda completa).

Framework PHP: Yii Yii si propone come un framework ad alte prestazioni per la realizzazione di applicazioni web 2.0. È stato scritto per versioni di PHP uguali o superiori alla versione 5.1 (leggi la scheda completa).

Framework PHP: Symfony Symfony è un progetto open source, rilasciato con licenza MIT, e include due ORM (Object-Relational Mapping) come Propel o Doctrine, alcuni framework JavaScript come Prototype e jQuery, un editor Xhtml e altri utili strumenti. Richiede la versione di PHP 5.3 o successiva (leggi la scheda completa).

Framework PHP: CodeIgniterCodeIgniter, da qui in poi CI, è un framework che non richiede configurazione e che consente di scrivere applicazioni web ad elevate performance. Si avvale di una chiara documentazione e richiede la versione php 5.1.6 o superiore. Consente di manipolare i dati della maggior parte dei database noti (leggi la scheda completa).

Framework PHP: Zend FrameworkZend Framework è senza dubbio uno dei framework più conosciuti tra i programmatori PHP. I requisiti minimi per l’installazione indicano la 5.2.4 come versione consigliata per motivi di sicurezza. Poiché i vari moduli hanno poche dipendenze tra loro è possibile scaricare solo quello di cui si ha bisogno (leggi la scheda completa).

Framework PHP: KohanaKohana è arrivato alla versione 3.2. Anch’esso si presenta come un modo semplice e veloce per realizzare applicazioni complesse in Php. Secondo gli autori il punto di forza del framework è rappresentato dalla semplicità di utilizzo e di espansione nonché dalla sua gestione degli errori e l’ottimo debug (leggi la scheda completa).

Framework PHP: CakePHPCake si presenta come un framework dalle molteplici funzionalità. In esso sono incluse tutte le funzionalità incontrate nei framework analizzati in questo articolo. Dal pattern MVC, all’ active record senza dimenticare validazione e altre utility (leggi la scheda completa).

Framework PHP: AkelosAkelos è un framework PHP basato sul pattern MVC. Si tratta in realtà di un porting di Ruby on Rails in PHP, cosa che lo rende particolarmente indicato per chi già sviluppa in RoR e vuole utilizzare su PHP gli stessi strumenti. L’ultima versione disponibile, del dicembre 2009, è la 1.0.1. Da allora il progetto, che sembra fermo, ha ricevuto solo piccoli ritocchi e aggiornamenti. (leggi la scheda completa).

Se vuoi aggiornamenti su Framework PHP: una comparazione inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Framework PHP: una comparazione

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento dei dati per attività di marketing