Dichiarazione delle variabili

20 marzo 2006

Possiamo pensare ad una variabile come ad un contenitore, con una determinata etichetta. L’etichetta corrisponde al nome della variabile stessa, ovvero ciò che ci permette di identificare il contenitore, mentre il contenuto sono ovviamente i dati rappresentati da quella variabile, che possono essere classificati secondo il formato, ad esempio intero, double, booleano.

Il processo per poter usare una variabile consiste essenzialmente in due fasi:

  1. dichiarazione della variabile
  2. assegnazione di un valore alla variabile

Nonostante alcuni linguaggi semplifichino il processo a tal punto da farlosembrare unico, le due cose sono sostanzialmente molto differenti.

Nella prima fase si istruisce l’esecutore del programma, nel caso di ASP unwebserver come ad esempio IIS, comunicandogli di riservare un certo quantitativodi spazio nella memoria alla variabile in questione.

ASP gestisce solo variabili di tipo variant per cui il meccanismo di allocazione è decisamentepiù semplificato rispetto ad altri linguaggi di programmazione più complessiche gestiscono invece diversi tipi di dati come float, double, object ed altriancora.

Nella seconda fase, che può corrispondere ad un periodo temporale immediatamente successivo alla dichiarazione o nettamente posticipato, allo spazio riservato per la variabile viene assegnato un valore. Si dice quindi che la variabile viene valorizzata.

Esistono linguaggi che obbligano la dichiarazione di variabili, altri che non la consentono in modo esplicito. ASP è in grado di lavorare sia con variabili implicite , ovvero non dichiarate, sia con variabili esplicite .

Nel caso di variabili implicite ASP provvederà autonomamente a rilevare la presenza di una nuova variabile nel momento in cui viene valorizzata e ad attribuirle lo spazio necessario in memoria. Nel caso in cui si tenti invece di usare una variabile non dichiarata allora tale variabile risulterà valorizzata con un valore Null e l’esecuzione si comporterà di conseguenza.

Dichiarazione di una variabile

Per dichiarare in ASP una variabile si usa l’istruzione Dim seguitadal nome della variabile. Nel caso la variabile sia invece una costante si dichiaracon l’istruzione Const seguita dal nome e dalla operazionedi valorizzazione.

Dim variabile
Const costante = valore

La differenza tra variabile e costante è abbastanza intuitiva.

Una variabile è un contenitore che può cambiare infinite voltecontenuto, ovvero è possibile valorizzare la variabile più voltecon valori diversi, con alcune limitazioni però sul formato del valoreche in ASP sono molto più flessibili rispetto ad altri linguaggi.

Una costante invece assume un valore attribuito inizialmente e che non è possibilemodificare nel tempo e durante l’elaborazione.

Forzare la dichiarazione di una variabile

Abbiamo anticipato prima che ASP è in grado di lavorare con variabilidichiarate e con variabili non dichiarate.

Possiamo quindi decidere di dichiararne solo alcune, tutte o nessuna. Esiste tuttavia una istruzione in grado di forzare il programmatore a dichiarareogni variabile e si chiama Option Explicit .

Questo comando va messo come prima istruzione della pagina, una volta sola, precedutaunicamente dalla dichiarazione del linguaggio se presente.

<%@LANGUAGE=”VBSCRIPT” CODEPAGE=”1252″%>
<% Option Explicit


‘ il codice

%>

In questo caso se si tenterà di usare una variabile non dichiarataverrà restituito un errore tipo

Microsoft VBScript runtime (0x800A01F4)
Variable is undefined: ‘nomevariabile’
/percorso_del_file/pagina.asp, line 392

Se vuoi aggiornamenti su Dichiarazione delle variabili inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Dichiarazione delle variabili

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy