Deployment Descriptor

5 febbraio 2007

Negli articoli precedenti abbiamo visto svariati esempi di applicazioni Web, spesso basate sull’Application Server Tomcat. Come abbiamo avuto modo di osservare, ognuna di queste applicazioni necessitava di una fase finale di deployment in cui era necessario specificare (manualmente o avvalendosi di un IDE, come Eclipse) alcune informazioni necessarie all’Application Server per poter mandare in esecuzione e gestire correttamente la nostra applicazione.

Il deployment descriptor rappresenta il fulcro della fase di deployment. Esso è costituito da un file di tipo XML, denominato web.xml, che sia conforme allo standard XML 1.0 e sia posizionato nella directory WEB-INF, localizzata appena sotto la root associata ad ogni singola applicazione web.

Le specifiche 2.3 delle Servlet definiscono una serie ben precisa di elementi che possono essere utilizzati all’interno dell’elemento web-app. Un deployment descriptor completo di tutti i possibili elementi:

Listato 1. deployment descriptor completo di tutti i possibili elementi (Vedi codice completo)

<?xml version=”1.0″ encoding=”ISO-8859-1″?>

<!DOCTYPE web-app
  PUBLIC “-//Sun Microsystems, Inc. //DTD Web Application 2.3//EN”
      “http://java.sun.com/dtd/web-app_2_3.dtd”>

<web-app>
    <icon>
        <small-icon></small-icon>
        <large-icon></large-icon>
    </icon>
    ..//
    <filter-mapping>
        <filter-name></filter-name>
        <url-pattern></url-pattern>        <!– Mutuamente esclusivi –>
        <servlet-name></servlet-name>
    </filter-mapping>
    ..//
    <servlet-mapping>
        <servlet-name></servlet-name>
        <url-pattern></url-pattern>
    </servlet-mapping>
    <session-config>
        <session-timeout></session-timeout>
    </session-config>
    ..//
</web-app>

Naturalmente, non tutti gli elementi contenuti nel deployment descriptor precedente sono obbligatori ed alcuni di essi (come url-pattern e servlet-name, figli di filter-mapping) sono mutuamente esclusivi, ovvero, è possibile utilizzare l’uno o l’altro ma non tutti e due contemporaneamente.

Se vuoi aggiornamenti su Deployment Descriptor inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Deployment Descriptor

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento dei dati per attività di marketing