CSS e sistemi di navigazione

20 marzo 2006

Come già illustrato nell’articolo Definire gli stili dei link con i CSS: tra estetica e usabilità, per attribuire differenti stili ai vari stati dei link è necessario utilizzare un particolare tipo di selettore: le Le pseudo-classi.

Link con le pseudoclassi

Le pseudoclassi a:link, a:visited e a:active sono state definite dai CSS Level 1 e corrispondono nell’HTML agli attributi del tag body link, vlinke alink, i quali permettono – rispettivamente – di cambiare il colore di default dei link non visitati, dei link visitati e dei link attivi.

Come vedremo più avanti, tramite le pseudoclassi CSS, è possibile controllare molto di più del semplice colore del testo dei link ed associando le pseudoclassi ad altri selettori è possibile creare diversi stili per i vari link presenti in una stessa pagina; mentre con gli attributi HTML (link, vlink e alink) è possibile impostare un solo colore degli stati dei link per tutta la pagina.

Con i CSS Level 2 sono stati introdotti dei nuovi selettori di pseudoclassi e se n’è esteso l’ambito. Sono stati introdotti infatti il selettore :hover, il selettore :focus e si è esteso l’ambito del selettore :active.

Il selettore :hover, ancor prima di far parte delle specifiche W3C sui CSS , è stato inizialmente introdotto da IE 4, ma limitatamente al tag a e quindi con la sintassi a:hover. Questa pseudoclasse ¯ come :active e :focus – non è supportata da NN 4.

Con i CSS 2, come accennato, si è esteso l’ambito della pseudoclasse :active a tutti gli elementi come per :focus e :hover. Il W3C, nelle specifiche CSS 2 si riferisce ai selettori :hover, :focus e :active come a pseudoclassi dinamiche, ovvero selettori in grado di modificare la visualizzazione dell’elemento cui sono applicati in funzione delle azioni dell’utente; mentre :link e :visited sono definite come pseudoclassi – mutuamente esclusive – di link, ovvero dei collegamenti e relative agli stati visitato e non visitato.

Tuttavia nei CSS 2 le pseudoclassi :link e :visited, pur riferendosi ai link, non vengono esplicitamente associate al tag a, ma poiché questo è l’unico tag (X)HTML per definire i collegamenti ipertestuali, ecco che l’associazione è implicita. Ciò dovrebbe cambiare con XHTML 2.0 che consente di trasformare in link qualsiasi tag.

Se vuoi aggiornamenti su CSS e sistemi di navigazione inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su CSS e sistemi di navigazione

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy