Comprimiamo i file con Linux

20 marzo 2006

Scaricando dei programmi per Linux vi sarete sicuramente imbattuti in dei file con estensione particolare dei quali ignoravate l’esistenza. Spesso si tratta di file .tar.gz o di .tar.bz2. È così infatti che vengono solitamente distribuiti i programmi in codice sorgente, che dovranno essere poi compilati per permetterne l’esecuzione. Ma perché hanno doppia estensione? Il motivo va ricercato nel formato di questi file. Si tratta in effetti di più file “archiviati” in uno unico e compressi con un apposito programma (tipicamente gzip o bzip2).

La differenza tra questi ultimi due sta nel fattore di compressione: bzip2 utilizza un algoritmo più efficiente ma anche più lento del classico gzip. Risulta quindi essenziale comprendere a fondo e aver pratica con questo tipo di file. Passiamo quindi ad analizzare quelli che sono i comandi fondamentali per avere una piena padronanza con i nostri “archivi”.

GZIP

È uno dei programmi base e che sicuramente è presente nella vostra distribuzione. Può essere utilizzato sia per la compressione che per la decompressione di file con estensione .gz e .Z. La sua sintassi è molto semplice ed è del tipo:

lnxbox1:~# gzip [opzioni] nomefile

Sostituite ad opzioni i parametri che fanno al caso vostro. Ecco una breve lista delle opzioni più comuni e di maggior utilizzo:

  • -numero Indica il livello di compressione ed è espresso da un numero (da 1 a 9), il massimo livello di compressione lo si ha con 9.
  • -r Entra ricorsivamente in ogni eventuale directory e sottodirectory comprimendo (o decomprimendo) tutti i file presenti al loro interno.
  • -v Visualizza i file e il tasso di compressione man mano che questi vengono processati.
  • -c Invia l’uscita su standard output anzichè su file. In altre parole il contenuto del file decompresso (o decompresso) viene riprodotto sullo schermo e il file non subisce variazioni.
  • -t Controlla che il file compresso sia integro.
  • -f Sovrascrive un file se è già presente.
  • -d Decomprime un file precedentemente compresso con gzip.

Ad esempio se volessimo comprimere il più possibile il file /var/log/messages.0 potremmo usare:

lnxbox1:~# gzip -v9 /var/log/messages.0

Se vuoi aggiornamenti su Comprimiamo i file con Linux inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Comprimiamo i file con Linux

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy