Compilare e condividere codice online

29 maggio 2012

In questo articolo analizzeremo alcune applicazioni Web che permettono di condividere e salvare online codice HTML, Css, JavaScript e alcuni linguaggi di programmazione lato server o per sistemi desktop. Alcune, le più raffinate, permettono anche di compilare il codice e di visualizzare il risultato ottenuto all’interno di una pagina Web. Cominceremo proprio da una di queste, dedicata a codice lato client per il Web: jsFiddle.

jsFiddle

jsFiddle è il servizio più diffuso servizio del suo genere. Permette, utilizzando esclusivamente il browser e un’unica pagina, di eseguire test su codice HTML, CSS e JavaScript allegando ad ogni snippet anche alcuni dei più noti framework JavaScript. La pagina è suddivisa in quattro pannelli: uno per includere codice HTML, uno per includere codice JavaScript e uno dedicato ai fogli di stile. Dopo aver incluso gli snippet nei punti dedicati, basta fare clic sul pulsante Run per eseguire il codice e visualizzare il risultato nel quarto pannello (chiamato Results).

Figura 1: jsFiddle
(clic per ingrandire)

Figura 1: jsFiddle

Dal menu di sinistra è possibile scegliere quale framework utilizzare (jQuery, Prototype, Mootolls e così via) e decidere in che punto dell’applicazione caricarlo. Dal pulsante Add Resources è anche possibile aggiungere del proprio codice se raggiungibile via Web. I Fiddle (così si chiamano le combinazioni di codice create con il servizio) possono essere condivise e integrate in un sito, blog o in qualsiasi altra pagina Web attraverso il semplice strumento di inclusione.

Ideone

Il secondo servizio che presentiamo ha un’interfaccia molto semplice, e molti linguaggi di programmazione supportati. A differenza di jsFiddle, con Ideone è possibile anche testare codice di programmazione lato server. Si può subito cominciare scrivendo nell’area centrale, ma il sito permette anche di registrarsi in modo da tenere salvati i propri lavori. Per quasi ciascun linguaggio esistono anche dei template di partenza.

Figura 2: Ideone
(clic per ingrandire)

Figura 2: Ideone

Cliccando su Submit il codice viene compilato, a quel punto si viene indirizzati sulla pagina dei risultati, che possono anche essere condivisi con gli altri. Tramite il menu superiore si possono inoltre vedere i recent codes, cioè gli ultimi esperimenti con parti di codice scritti dagli altri. Sono filtrabili per linguaggio di programmazione utilizzando l’elenco superiore.

Codepad

Anche Codepad ha la caratteristica di essere un servizio molto semplice e veloce da usare. Propone uno spazio centrale e sulla sinistra l’elenco dei linguaggi disponibili. Utilizzando Submit il codice viene compilato e in questo modo si ottiene un link nella forma codepad.org/codice da condividere con chi si vuole.

Figura 3: Codepad
(clic per ingrandire)

Figura 3: Codepad

Da notare che esiste anche una funzione di debugger per segnalare gli eventuali errori nella compilazione e un’esecuzione passo passo. La riga di codice interessata viene evidenziata di rosso, e l’errore è anche riportato nell’output. Per ciascun codice si può decidere se tenerlo pubblico o privato, cliccando in questo caso su private prima di compilarlo.

Pastebin

Pastebin si propone come un editor dall’aspetto semplice, ma allo stesso tempo con un numero abbastanza elevato di funzioni. Dopo aver inserito il proprio codice si può decidere, oltre ovviamente al linguaggio di programmazione, anche per quanto tempo debba rimanere visibile, e se tenerlo pubblico o privato. Quest’ultima funzione è però disponibile solo per gli utenti registrati.

Figura 4: Pastebin
(clic per ingrandire)

Figura 4: Pastebin

Una delle sue particolarità è che si tratta di un servizio molto frequentato, per cui si trovano numerosi esempi lasciati da altri programmatori. Bisogna anche fare attenzione ai numerosi intrusi che invece di codice usano il sito per i loro proclami, ma è chiaramente abbastanza semplice individuare quando si tratta di codice e quando no.

Compilr

Compilr è invece un servizio che propone qualcosa di più complesso. Qui intanto, per cominciare, bisogna per forza registrarsi creando un proprio account. Una volta dentro il servizio si presenta con la tipica barra degli strumenti in alto, e nel menu laterale la piattaforma offre un ambiente di sviluppo completo, dato che si possono creare diversi progetti, ognuno composto da più file eventualmente ordinabili in cartelle. C’è anche una funzione Build per compilare i singoli file insieme.

Figura 5: Compilr
(clic per ingrandire)

Figura 5: Compilr

Da notare che anche qui esiste un elenco di progetti consultabili pubblicamente, ovverosia quelli lasciati dagli altri utenti. Sono divisi per argomento, per una più facile individuazione. Il sito dispone anche di un forum, per confrontarsi su temi vari con gli altri utilizzatori del servizio.

Cloud9 IDE

Anche Cloud9 IDE si presenta come una piattaforma completa, con addirittura dei piani a pagamento, in questo caso per chi voglia tenere i propri progetti come privati.

Dopo aver eseguito il login si può cominciare un nuovo progetto andando sul + accanto a My Projects, e qui decidere se cominciare da zero o clonarne uno partendo da una URL. La parte di scrittura vera e propria è organizzata secondo tab associabili a ciascun progetto.

Figura 6: Cloud9 IDE
(clic per ingrandire)

Figura 6: Cloud9 IDE

I linguaggi a disposizione sono molti, e il servizio possiede inoltre funzioni di auto-compilazione di parole chiave e metodi.

Se vuoi aggiornamenti su Compilare e condividere codice online inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Compilare e condividere codice online

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy